Antoine, 13 anni, l’estate, l’amore adolescenziale… “Una sorella” di Bastien Vivès, un racconto disegnato con infinita delicatezza

Libri & Fumetti

di GUIDO SILIOTTO

Antoine ha 13 anni ed è arrivata finalmente l’estate, nella casa al mare con la famiglia. La prospettiva è quella di condividerla col fratellino Titi, ma l’età dei giochi è sfumata e allora si rifugia nel disegno. Finchè arriva un’amica dei genitori con la figlia Helene, poco più grande di lui. Gli appare subito bellissima, ma ovviamente non sa bene come comportarsi.

UNA SORELLA p41

Queste le prime pagine di “Una sorella”, il nuovo fumetto firmato da Bastien Vivès (Bao Publishing, euro 19). E se pensate che sia un incipit banale, sappiate che nel corso della vicenda avvengono tutte le cose che vi potete aspettare, una settimana di vacanza che si evolve come si deve evolvere la storia di un innamoramento adolescenziale, con tanto di prima sbronza, primo bacio e anche qualcosa (molto) di più, una settimana intensa emotivamente che si chiude con un grave evento inatteso e un addio o un arrivederci.

UNA SORELLA p40

Aver svelato la storia, però, non mi fa sentire in colpa. Non è lì che risiede la bellezza di questo fumetto. Del resto non è negli intrecci che sta la maestria di Vivès. Pensate anche a sue precedenti prove come “Il gusto del cloro” e “Nei miei occhi”. La sua grandezza sta nel saper raccontare e disegnare le cose con una leggerezza e una delicatezza infinite. Le palpitazioni di Antoine ci riportano a quell’età, quando tutto è stupore, non sai come e cosa fare, e tutto ti sembra sbagliato e giusto nello stesso tempo.

Il tratto è approssimativo, ma sicuro: a volte mancano gli occhi sui volti dei personaggi, ma quando ci sono, gli sguardi dicono più delle parole. I dialoghi non sono mai sbagliati, sebbene il tema poteva portare fuori strada. E poi Vivès azzarda un pizzico di tenero erotismo, ma funzionale alla storia. Insomma, in poche parole, ancora una magnifica prova per un artista che, francamente, non sbaglia un colpo.

Lascia un commento