foto conferenza festa albero

Anche Livorno celebra la Festa dell’Albero 2019. Appuntamenti il 21 novembre alla Leccia-Scopaia e nel Bosco dei Cappuccini per alcune nuove piantumazioni che proseguiranno anche in altre zone della città. In tutto ci saranno 320 nuovi alberi a dimora

Focus, Livorno

Giovedì 21 novembre si celebrerà anche a Livorno la Festa dell’Albero 2019, la manifestazione nazionale di Legambiente volta a sensibilizzare la cittadinanza sullo stato del verde urbano. La festa viene celebrata con la piantumazione di nuove piante, messe a disposizione dal Comune di Livorno, scelte secondo le giuste dimensioni ( sono tutte piante di alto fusto che superano i 3 metri) e assicurando loro un’appropriata collocazione.

Giovedì 21 novembre gran festa in zona Leccia-Scopaia (area via Giotto), dove alle ore 14.30saranno messi a dimora 46 tigli in collaborazione con il comitato Quartieri Alberati, che si è reso disponibile a collaborare con il Comune nella valorizzazione, implementazione e manutenzione del verde in città. Quella di giovedi è la prima “operazione Quartieri Alberati” che segna l’inizio di un fitto programma di forestazione urbana.

Contemporaneamente, sempre alle ore 14.30, nel Bosco dei Cappuccini (via Cecconi) saranno piantati tre alberi (un corbezzolo, un sorbo ed un biancospino) da parte dei bambini delle scuole elementari Carlo Bini ( IIIB e IIIA) e del Biennio del liceo Artistico Colombo che daranno il via all’iniziativa.

“Il Giardino di Robin” progetto di educazione ambientale per la riqualificazione del parco. Questa prima manifestazione fa parte di un progetto più ampio e ricco di attività con finalità ambientali ed artistiche nel bosco e dintorni che si concluderà a giugno 2020 e che coinvolgerà, oltre che alle scuole e all’Amministrazione comunale, anche molte altre realtà come i QUES, Viviborgo, Simurg Ricerche, LIPU, OBI, Studio Bonsai, il Comitato MuraLi, A.S.A, GREENCITY Treks e Associazione culturale Livorno Artistica.

A queste piantumazioni previste per la giornata di giovedì 21 novembre se ne aggiungeranno altre nei prossimi giorni per un totale di 320 alberi, tutti di alto fusto(3 metri/3 metri e mezzo). Costo complessivo dell’operazione 85 mila euro. 20 Platani alla rotatoria Boccaccio, 56 Tamerici sul viale Italia, 5 Cipressi in via di Collinet, 3 Cipressi in via Magnozzi ;10 alberi (2 Corbezzoli, 8 Olmi) all’Asilo Chicchirillò; 37 alberi al Parco Cocchella (Corbezzoli, Olmi e Bioncospino);140 alberi nell’area compresa tra Via della Scopaia, Via Inghilterra e Via Olanda (Cipressi, Olivi, Bagolari, Aceri, Roverelle, Olmi, Biancospino, Corbezzoli, Melograni).

“Una grande operazione di forestazione urbana che sarà implementata con nuove piantumazioni anche nei prossimi mesi – ha detto l’assessore Giovanna Cepparello alla conferenza stampa di presentazione della Festa dell’Albero sottolineando l’importanza dell’albero come “componente viva della città, e come elemento di contrasto all’inquinamento ambientale”. “L’albero e il verde in generale – ha sottolineato – ci aiuta a bilanciare CO2 , a rinfrescare le nostre case, a contrastare anche l’inquinamento acustico. Ed è pure un uno strumento importante di mitigazione climatica “. A tale proposito nel corso della conferenza è stato annunciato anche un prossimo incontro partecipato (lunedì 25 novembre ore 9 al Cisternino di Città)  per la presentazione delle azioni di adattamento al rischio alluvioni.  Tra le possibili azioni anche quella dell’aumento delle aree verdi in città. L’incontro partecipato si inserisce nel progetto europeo ADAPT che mira a supportare le Amministrazioni pubbliche  nell’adattamento e nella gestione  dei fenomeni meteorici estremi con particolare attenzione agli allagamenti urbani e alle alluvioni.

Sul valore del verde ed in particolare degli alberi in città focalizzandone le funzioni, è intervenuta alla conferenza anche l’assessore Silvia Viviani (Urbanista, Arredo Urbano, Verde Pubblico). “ Il verde troppo spesso viene considerato contraltare al grigio degli edifici – ha detto – quando invece svolge fondamentali funzioni in campo estetico, sul benessere psicologico degli abitanti rendendo gli ambienti più ricchi di urbanità”. “Incrementare la dotazione vegetale di una città è nelle nostre corde così come lavorare in modo integrato e intersettoriale considerando il verde urbano , che tra l’altro è un diritto di ogni cittadino, nel campo dell’urbanistica, nella mobilità sostenibile, nel regolamento edilizio”. L’assessore ha anche ricordato che Livorno è inserita nella rete Green City Italia nel sostenere la progressiva rigenerazione della città in chiave ambientale.

 

Lascia un commento