Al via (dal 19 dicembre) la rassegna “SconfinaMenti e visioni” promossa dal Comune di cecina con FTS e curata da Alessio Pizzech. Cinque appuntamenti

Livorno, Teatro e Danza

Prende il via la rassegna “SconfinaMenti e visioni” promossa dal Comune di Cecina con Fondazione Toscana Spettacolo onlus e curata da Alessio Pizzech. In streaming fino a gennaio, è dedicata principalmente ai bambini, alle famiglie e alle scuole. (YouTube Teatro De Filippo cecina – pagina Facebook Teatro Cecina – pagina Facebook Teatro dell’Aglio).

“Grazie a Fondazione Toscana Spettacolo – spiega l’assessora alla Cultura Lucia Valori – riprendiamo il lavoro fatto per SconfinaMenti tra settembre e ottobre rivolgendoci soprattutto ai bambini e ai ragazzi, coloro che hanno patito più di altri e stanno continuando a soffrire le restrizioni della pandemia. Abbiamo quindi trovato nella tecnologia un’opportunità di continuare a sognare e sperimentare augurandoci presto di tornare a vivere realmente la magia e le emozioni del teatro”.

  • Gli spettacoli saranno cinque in totale, tutti gratuiti: due per i bambini e per le loro famiglie e tre per le scuole e saranno trasmessi in streaming dal palcoscenico del De Filippo sul canale Youtube del teatro e sulla pagina Facebook “Teatro Cecina”.

“Condividiamo con l’Amministrazione Comunale di Cecina – sottolinea il direttore di Fts Patrizia Coletta – la tenacia nel voler mantenere un legame con i cittadini e nel voler continuare ad offrire opportunità ai lavoratori del mondo dello spettacolo. Per questo abbiamo deciso di dar vita ad una proposta artistica di qualità dello stesso livello di quella in presenza: una scelta difficile e sicuramente non scontata, nella quale crediamo profondamente”.

“Siamo riusciti a coinvolgere – aggiunge anche Alessio Pizzech – le compagnie più interessanti della scena toscana che adottano spettacoli digitali. In totale, tra dicembre e gennaio coinvolgeremo circa 350 ragazzi. Trattandosi di spettacoli completamente gratuiti per loro e per le loro famiglie ci tengo a dire che si tratta di un’attività di promozione del pubblico, di un investimento che facciamo per tenere in piedi la comunità che ruota attorno al teatro”.

Questo il programma:

Sabato 19 dicembre 2020 alle ore 17 “L’uomo dei due mondi” (dai 10 anni) da un’idea di Paola Marcone e Fabio Bartolomei, regia e drammaturgia Paola Marcone, con Yassine El Ghlid. Produzione Bubamara Teatro/A.T.B. e Buti Teatro. Uno spettacolo che coinvolgerà I ragazzi delle scuole Galilei con un progetto di interazione.

Uno spettacolo che spazza via i luoghi comuni sull’immigrazione, fissando lo sguardo su una prospettiva precisa e raccontando una storia vera, di integrazione, la storia di Yassine. Arrivato in Italia a cinque anni con la sua famiglia, ha avuto la fortuna di vivere in una comunità che l’ha accolto e ha studiato nelle scuole del nostro paese. Una microstoria nel mosaico delle esperienze di vita nella nuova società multiculturale, dedicata a chi vuole essere padrone delle proprie scelte e autore dei propri sogni e progetti. Fosse anche che si possano realizzare a migliaia di chilometri da dove sono nati.

Domenica 27 dicembre alle ore 17 “Le avventure di pesce Gaetano” (dai 2 ai 7 anni) di e con Vania Pucci, disegni di sabbia Giulia Rubenni e animazioni digitali Ines Cattabriga. Produzione Giallo Mare Minimal Teatro. Visione inserita nel progetto “Andiamo a teatro con Fantàsia”.

Gaetano è un piccolo pesciolino curioso dalla grande coda nato in una sorgente, che decide di andare a conoscere il mondo e, passando dalla cascata, dal ruscello e dal fiume, arriva poi al mare. Quanti e quali incontri farà Gaetano in questo lungo viaggio? E poi, ritornerà a casa oppure continuerà a scoprire il mondo? Gli ambienti e i personaggi narrati sono realizzati con la tecnica della sand-art, in diretta, e con immagini e sfondi multimediali.

Venerdì 18 dicembre “Olga e Arturo” (dai 5 anni), direzione artistica Francesco Gandi, Davide Venturini, con Běla Dobiašova, Francesco Dendi. Musiche dal vivo Francesco Fanciullacci, Federica Camiciola, engineering e regia video Rossano Monti, immagini e grafica Elsa Mersi, scene Livia Cortesi, organizzazione Valentina Martini, Chiara Saponari. Produzione Compagnia TPO/Teatro Metastasio di Prato. (5 repliche per 100 bambini delle elementari Marconi).

La storia prende spunto dal racconto di O. Henry Il dono dei magi e narra le vicende di due giovani molto poveri, ma molto innamorati l’uno dell’altra. Entrambi decidono di sacrificare ciò che hanno di più caro per riuscire a comprare un regalo di Natale al proprio amato, ma serve davvero un regalo per rendere felici le persone che amiamo?

Lo spettacolo si sviluppa in chiave tragicomica, con animazioni e giochi musicali e verbali in inglese, per permettere ai piccoli spettatori di utilizzare i primi rudimenti della lingua.

Martedì 19, mercoledì 20 e giovedì 21 gennaio 2021 “Dialoghi degli Dei in dad”, riadattamento in Didattica a Distanza dell’omonimo spettacolo de I Sacchi di Sabbia e Massimiliano Civica con Gabriele Carli, Giulia Gallo, Serena Guardone, Giovanni Guerrieri, Enzo Illiano. Produzione Compagnia Lombardi-Tiezzi/I Sacchi di Sabbia in collaborazione con Concentrica e il sostegno della Regione Toscana. (5 repliche per 120 studenti del Fermi e del Marco Polo).

Divertissement letterario di Luciano di Samosata, scrittore e retore greco di origini siriane del II secolo d.C., che attinge al patrimonio del mito per rappresentare la nascita dell’universo in maniera originale, ironica e sorprendentemente quotidiana. Gli scontri familiari tra Zeus e Era, le continue lagnanze per le malefatte di Eros, i pettegolezzi tra Dioniso, Ermes e Apollo resistono alla sfida del tempo e continuano a far sorridere e a “intrattenere” lo spettatore a distanza di secoli.

In questa nuova edizione – interamente in digitale – gli Dei olimpici approdano su una piattaforma zoom, per divenire oggetto delle spietate interrogazioni con cui un’austera insegnante tormenta due suoi allievi. 

Lunedi 25, martedì 26, mercoledì 27 gennaio “Racconti dal bosco”, spettacolo immersivo in streaming e live streaming. Regia e drammaturgia Luana Gramegna, scene, costumi, luci e ombre Francesco Givone, musiche originali e paesaggio sonoro Stefano Ciardi con Enrica Zampetti, ripresa video Sergio Licatalosa. Produzione Zaches Teatro (7 repliche per 120 bambini delle Guerrazzi e delle Collodi).

Racconti dal bosco è un ciclo di spettacoli di piccolo formato per bambini e adulti legato al motivo del bosco come luogo entro cui ci si smarrisce impauriti e si va coraggiosamente alla ricerca di sé stessi. Una misteriosa cantastorie, ispirata alla figura della naturalista e pittrice Marie Sybille Merian, dà vita alla storia di Cappuccetto rosso attraverso la forza immaginifica delle ombre e un suggestivo universo vocale e sonoro, soffermandosi sull’idea di bosco come allegoria della vita, luogo del mistero e della trasgressione attraverso il quale si compie un viaggio iniziatico che traghetta la bambina verso l’età adulta.

A gennaio, infine, Sacchi di sabbia e Zaches terranno incontri a distanza per le scuole aperti al pubblico via Facebook, e saranno consegnati gli attestai agli insegnanti formati a settembre.

Lascia un commento