Al Teatro Goldoni si alza il sipario su una serata di danza (sabato 3 dicembre) in ricordo di Serena Mazzoni, scomparsa poche settimane fa per un tumore. Il ricavato sarà devoluto all’Università di Brescia per sostenere la ricerca sul cancro surrenale raro

Sabato 3 dicembre 2022, alle ore 20 il Teatro Goldoni di Livorno ospiterà una rassegna-spettacolo di danza dal titolo Serena.
Organizzato da CreativeLab in collaborazione con la Fondazione Goldoni e con il patrocinio del Comune di Livorno, l’evento,  al quale parteciperanno numerose scuole di danza di Livorno e della Toscana, sarà realizzato in ricordo di Serena Mazzoni, prematuramente scomparsa lo scorso 3 ottobre dopo aver lottato per un anno contro un tumore raro. 
Per volontà della famiglia di Serena, l’intero ricavato dello spettacolo (quote di partecipazione delle scuole e biglietti per lo spettacolo), andrà interamente devoluto all’Università degli studi di Brescia, Dipartimento di specialità medico-chirurgiche, scienze radiologiche e sanità pubblica, per sostenere la ricerca sul tumore surrenale raro che purtroppo colpisce una persona su un milione a livello mondiale
Serena, iniziò lo studio della danza dall’età di 5 anni con la maestra Arianna Benedetti, proseguendo con lei la sua formazione. E proprio Arianna Benedetti sarà ospite con un estratto della sua ultima produzione con due danzatori della compagnia Opus Ballet.
Negli anni ha insegnato danza hip hop ai bambini con grande trasporto e sempre con il suo sorriso coinvolgente, fino allo scorso anno, quando le fu diagnosticato un tumore surrenale.
In platea, ad assistere allo spettacolo, anche Alfredo Berruti, primario oncologo degli spedali civili 1 di Brescia e il sindaco Luca Salvetti. 
Il costo del biglietto è di 12 euro.
I biglietti potranno essere acquistati direttamente alla biglietteria del Teatro Goldoni aperta nei giorni di martedì e giovedì dalle 10 alle 13 e   mercoledì, venerdì e sabato dalle 16.30 alle 19.30, oppure online su TicketOne. 

Lascia un commento