Al Teatro 4 Mori di Livorno una stagione per tutti i gusti e con grandi attori. Sei spettacoli in cartellone più la grande notte di Capodanno con Emanuele Barresi e la Compagnia degli Onesti

di ELISABETTA ARRIGHI

Gli attori vengono volentieri a Livorno e alla fine il programma della stagione trova la quadra mescolando grandi nomi e grandi testi. Così anche quest’anno Emanuele Barresi e la Compagnia degli Onesti sono riusciti a programmare una stagione in grado di andare incontro alle aspettative di un pubblico variegato che sceglie i 4 Mori di Livorno come palcoscenico di riferimento.

Per presentare la stagione che verrà, quella 2018/2019, Barresi ha scelto nuovamente lo spazio intrigante di Cultura a Peso della coop Itinerara, all’interno del Mercato coperto o delle Vettovaglie. E lui, Barresi, che é attore, ma anche autore, regista e organizzatore, si è trasformato come uno chef davanti ai fornelli: indossando un grembiule dedicato al cacciucco, ha scelto e “acquistato” i migliori prodotti del mercato, per “cucinare” una stagione stellata. Si comincerà il 6 novembre 2018, per finire il 26 marzo 2019. Nel mezzo c’è anche l’ormai tradizionale appuntamento del 31 dicembre con la Farsa di Capodanno della Compagnia degli Onesti, con Barresi interprete e regista e Adelia Apostolico ideatrice dei costumi realizzati dalla costumeria Capricci e dalla signora Gabriella Panza. Si riderà, ci si scambieranno gli auguri, si brinderà al 2019 con panettone e spumante. E dopo la mezzanotte? Ecco che si materializzerà Stefano Santomauro, un attore comico in grande ascesa, che proprio durante la presentazione del cartellone di prosa si è materializzato nello stand di Cultura a Peso per uno scambio di battute con Emanuele Barresi (foto sotto a sinistra: Barresi è al microfono, con a fianco Santomauro).

20180630_122000

Ma vediamo nel dettaglio il cartellone stagionale. Si comincia, come accennato, il 6 novembre 2018 con Ben Hur, una storia di ordinaria periferia. In una Roma che accoglie e respinge, dove arriva un ingegnere bielorusso clandestino che incrocia e rivitalizza le esistenze di Sergio e Maria, lui centurione al Colosseo per le foto con i turisti e lei voce di una chat erotica telefonica… Testo di Gianni Clementi, regia di Nicola Pistoia, anche interprete con Paolo Triestino ed Elisabetta De Vito.

Il 13 dicembre 2018 arriverà ai 4 Mori l’irresistibile Bukurosh mio nipote, il ritorno dei suoceri albanesi, testo di Gianni Clementi, con Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi, regia di Claudio Boccaccini. Una piè e che vuole essere una divertita riflessione sulla nostra società, sui nostri pregiudizi, i nostri timori, le nostre contraddizioni, debolezze e piccolezze.

Infuria la Grande Guerra, i soldati italiani muoiono nelle trincee, le donne rimaste a casa si prodigano nel ruolo di mogli e di madri, ma molte di loro accettano di lavorare nelle imprese da cui gli uomini sono stati strapparti per andare al fronte… con grande scandalo dei benpensanti che temono il sovvertimento naturale delle cose…. eccole tre grandi attrici – Paola Gassman, Mirella Mazzeranghi e paola Tiziana Cruciani – interpreti di Tutte accasa (la guerra delle donne) di Badalucco e De Angelis, regia di Vanessa Gasparri. In scena ai 4 Mori il 15 gennaio 2019.

Di una comicità irresistibile come l’amarezza che al tempo stesso genera. Un grande classico del teatro di Molière, L’Avaro, capace di raccontarci il presente. Nel testo adattato da Ugo Chiti, Arpagone è Alessandro Benvenuti, sul palcoscenico insieme a Giuliana Colzi, Andrea Costagli e Dimitri Frosali. Appuntamento il 12 febbraio 2019.

Tratto dal film di Pupi Avati, ecco in scena Regalo di Natale, giovedì 28 febbraio 2019. Originariamente ambientato negli anni Ottanta, nel testo teatrale si assiste ad una trasposizione al 2008, anno in cui la grande crisi di è abbattuta sull’Europa e sull’Italia. E in risposta a questo, ecco che il gioco d’Azzardo vive una stagione finfulminsnte ascesa… la chimera dei soldi i seguiti e la sconfitta dei personaggi. Nel cast Gigio Alberti, Filippo Dini, Giovanni Esposito, Valerio Santoro e Gennaro Di Biase. Adattamento teatrale di Sergio Pierattini, scenografia di Luigi Ferrigno, costumi di Alessandro Lai, luci di Pasquale Mari, regia di Marcello Cotugno.

Il gran finale di stagione, il 26 marzo 2019, è affidato al testo “Alle 5 da me” con Gaia De Laurentiis e Ugo Dighero. “È stata Dorothée Chesnot a consigliarmi di leggere e mettere in scena questo testo del padre Pierre Chesnot, dopo aver visto a Roma L’inquilina del piano di sopra, sempre di Chesnot è sempre con De Laurentiis e Dighero… e l’autore, per il nuovo lavoro, ha scritto una scena appositamente per loto due” / Stefano Artissunch, regista.

“Dobbiamo ringraziare i nostri spettatori – dice infine Emanuele Barresi (e lo scrive anche) – che con la loro costante e numerosa presenza hanno sempre premiato le nostre scelte… Abbiamo visto più volte alcuni di questi spettacoli, non solo per dovere di organizzatori, ma perché ci erano piaciuti tanto, speriamo che piacciano tanto anche al pubblico. Prima degli spettacoli ci sarà lapossibilità di partecipare ai consueti incontri con gli attori delleformazioni che si esibiranno in scena (…)”.

Info: 349 8169659 – compagniadeglionesti@libero.it. Aperture botteghino teatro 4 Mori: il martedì e giovedì dalle 17 ale 19, prevendita in tutti i punti vendita BoxOfficeToscana / Ticketone e online su www.boxofficetoscana.it

Biglietti Grande Notte di Capodanno (31 dicembre 2018): poltronissima 55 euro, poltrona 50 euro, galleria 40 euro.

Abbonamenti: poltronissima 140 euro, poltrona 130 euro, gloria 110 euro. Biglietti interi: poltronissima 28 euro, poltrona 26 euro, galleria 24 euro. Previste riduzioni sia per gli abbonamenti che per i biglietti.

 

 

 

 

Lascia un commento