Al Piccolo Teatro Bolognini di Pistoia weekend con I Sacchi di Sabbia e “I due moschettieri” in prima nazionale. “Il vedovo allegro” inaugura la stagione a Marcialla

Firenze, Pistoia, Teatro e Danza

****”I DUE MOSCHETTIERI” IN PRIMA NAZIONALE CON I SACCHI DI SABBIA

I Due moschettieri è la seconda tappa del progetto che I Sacchi di Sabbia, pluripremiata compagnia tra le più creative e originali della scena italiana, hanno dedicato a I 4 moschettieri «parodia di Nizza e Morbelli con musiche di E. Storaci», la storica trasmissione radiofonica degli Anni Trenta, che divenne un vero e proprio fenomeno di massa, ergendosi a crocevia delle più disparate esperienze artistiche e pubblicistiche (pubblicità, teatro, radiofonia, grafica).
Lo spettacolo, scritto da Giovanni Guerrieri (che firma anche la regia con Giulia Gallo), è ispirato anche a Alexander Dumas, Tommaso Landolfi e Jason; in scena, oltre agli stessi Guerrieri e Gallo, anche Gabriele Carli e Enzo Illiano.

I DUE MOSCHETTIERI I Sacchi di Sabbia – 1 ph Emiliano Pona
“I due moschettieri” (le foto sono di Emiliano Pona)

Coprodotto dall’Associazione Teatrale Pistoiese, il lavoro è in scena, in prima nazionale, venerdì 16 e sabato 17 novembre 2018 (ore 21), al Piccolo Teatro Mauro Bolognini di Pistoia, per la sezione “Altri Linguaggi” della stagione del Teatro Manzoni, e viene replicato, in matinées, anche per gli studenti del progetto “A scuola di teatro”. Da citare anche i costumi ideati da Guido Bartoli, le luci di Emiliano Pona e la realizzazione del costume ‘robot’ di Andrea Alfani.
Cappa e spada, fantascienza, farsa e melodramma sono gli ingredienti di questo divertente e godibilissimo pastiche che vede nuovamente la complicità de I Sacchi di Sabbia con il pittore Guido Bartoli.

La comicità presente ne I Quattro Moschettieri in America – il lavoro precedente, dedicato ai bambini – si stempera un po’ adesso in un’ironica malinconia: il tempo è passato, siamo in un iperbolico presente, dove ritroviamo due vecchie conoscenze: Athos e Aramis. Porthos e D’Artagnan sono solo un ricordo remoto, come le gesta d’un tempo, come gli antichi amori, come i nemici che ora vengono a mancare. I moschettieri sopravvissuti sono alla ricerca di una ragione di vita. Il motore di questa commedia assomiglia a quello de I Quattro
Moschettieri in America‒ che a sua volta era stato preso in prestito da due testi molto diversi tra loro, Le tribolazioni di un cinese in Cina di Jules Verne e il racconto Il riso di Tommaso Landolfi ‒ l’invenzione di un nemico per complicarsi la vita.
Questo il plot: Athos, deciso a morire, ingaggia un sicario, che, nonostante i ripetuti tentativi, non riesce ad ucciderlo e con il quale finisce con lo stringere una sorta di metafisica alleanza. Nel frattempo dall’ignoto spazio profondo arriva un nemico inatteso, che poi si rivela essere una vecchia conoscenza…

Nati a Pisa nel 1995, I Sacchi di Sabbia si sono distinti sul piano nazionale, ricevendo importanti riconoscimenti per la particolarità di una ricerca improntata nella reinvenzione di una scena popolare contemporanea. In perenne oscillazione tra tradizione e ricerca, tra comico e tragico, il loro lavoro si concretizza in un linguaggio in bilico tra le arti (arti visive, danza, musica). Tra i numerosi premi vinti, ricordiamo Premio ETI, Premio UBU, Premio della Critica, Premio Eolo Awards. Li caratterizza una particolare creatività, originale e ‘schioppettante’, con cui hanno dato vita a produzioni spesso godibili a più livelli, ragazzi e adulti insieme.

I biglietti per lo spettacolo sono in prevendita alla Biglietteria del Teatro Manzoni 0573 991609 – 27112 | www.teatridipistoia.it
La stagione del Manzoni è promossa da Associazione Teatrale Pistoiese, con Comune di Pistoia, Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, col sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Regione Toscana e con il contributo di Unicoop Firenze.

****MARCIALLA, ECCO LA STAGIONE TEATRALE. INAUGURAZIONE CON “IL VEDOVO ALLEGRO”

‘Il bello di essere piccoli ma di pensare in grande’. Ecco lo slogan che accompagna la rassegna 2018/2019 del Teatro Comunale Regina Margherita di Marcialla (Barberino val D’Elsa – Firenze), che da novembre 2018 ad aprile 2019 incornicia oltre una trentina di appuntamenti tra teatro ragazzi, popolare toscano, teatro contemporaneo e di ricerca, teatro a km 0, jazz con degustazioni di vino e concerti bandistici.

Regina M dall’alto1

Stiamo parlando di una piccola realtà che nei numeri e nella organizzazione punta decisamente in alto. In poco meno di sei mesi mette sul piatto ben 22 titoli che con le repliche diventano 34 appuntamenti, ovvero quasi una media di sei al mese. Cinque sezioni divise per genere che vedono impegnati più direttori artistici. Ci sono tre produzioni originali tutte in prima nazionale firmate dal Teatro Comunale Regina Margherita. Una organizzazione capillare che dalla apertura del teatro alla comunicazione, dalla biglietteria alla promozione, mette in campo una nutrita schiera di volontari. Il tutto condito da collaborazioni esterne che vanno anche oltre regione. Non ultima una scuola di teatro per formare le giovani leve. Nel complesso si tratta di una stagione variegata, che si rivolge a molti, che guarda con particolare interesse alle famiglie, ma non dimentica di mettere in carnet proposte di nicchia per appassionati di prosa e musica.

Il cartellone, presentato alla cittadinanza in un incontro pubblico, è stato salutato dal Sindaco del Comune di Barberino Val D’Elsa, Giacomo Trentanovi e dal Sindaco del Comune di Tavarnelle Val di Pesa, David Baroncelli.

Popolare 16 17 novembre

Ad aprire il calendario, venerdì 16 e sabato 17 novembre 2018 alle 21,30, sarà lo spettacolo di teatro popolare toscano dal titolo ‘Il vedovo allegro’. Commedia brillante in tre atti di Mario Burattini con in scena la Compagnia ‘I gatti lunatici’. Regia di Stefano Cosi. Domenica 18 novembre alle 17, teatro ragazzi con Alberto De Bastiani in ‘Il ritorno di Irene’. Per le case il tempo è un’altra cosa che per gli esseri viventi. I calendari appesi in cucina si fermano il giorno che son state abbandonate. Il programma completo si trova su www.teatromargherita.org.

La stagione – «Il nuovo cartellone del Teatro Margherita – spiega Sara Innocenti, presidente dell’associazione culturale “Marcialla” – ospita ormai da anni vari filoni di rassegne che riguardano, il teatro popolare toscano, la prosa, il teatro Ragazzi, la rassegna Jazz e le produzioni legate alla compagnia Tealtro, nata in seno al teatro stesso nel 2011. Quest’anno i curatori delle rassegne hanno lavorato di pari passo per creare una sinergia fra le diverse proposte teatrali. La prosa sarà accompagnata dalle note musicali della lirica italiana in due spettacoli che vedranno cantanti lirici, interpreti, attori e musicisti alla riscoperta di personaggi e storie della tradizione lirica toscana e italiana. L’impegno civile, da sempre è stato uno degli obbiettivi del nostro operato, per questo il cartellone ospita uno spettacolo per ragazzi in ricordo della prima guerra mondiale e un monologo sulla figura di Danilo Dolci. A questo proposito ricordo che il teatro è impiegato nel progetto di laboratorio con la comunità di Corleone e che lo spettacolo ‘Stile Farfalla’ di Francesco Mattonai ha vinto la menzione d’onore per il Premio ‘Giacomo Matteotti’ per la letteratura e il teatro a cura della presidenza del Consiglio dei Ministri. Le opere in produzione a cura della compagnia Tealtro sono: ‘Le Relazioni Pericolose’ dello scrittore Pierre del La Chlois, ‘La Conquista della Luna’, commedia romantica che si sviluppa in prossimità dell’allunaggio del 1969 e ‘Grazie per la Compagnia’ spettacolo divertente sulla tematica della solitudine degli anziani e dell’importanza di farsi compagnia».

La direzione artistica. Al fianco della direzione artistica di Gianfranco Martinelli (prosa, altri eventi e Jazz & Wine), troviamo Italo Pecoretti che firma il contenitore dedicato al teatro ragazzi, mentre Ornella Detti e Laura Masini pensano al teatro popolare toscano.

facciata_teatro

Organizzazione generale dell’associazione culturale “Marcialla”, con il contributo e la collaborazione dell’Unione Comunale del Chianti Fiorentino, Comune di Certaldo, Regione Toscana. La sezione Jazz & Wine si svolge in collaborazione con Music Pool. Partner Radio 3 Network.

Informazioni: Il Teatro comunale Regina Margherita è in Via Amelindo Mori 20 / Marcialla – Barberino Val D’Elsa (Firenze) – Telefono e Fax 055 8074348 – www.teatromargherita.org – info@teatromargherita.org

Prevendita biglietti: Caffè Italia/Tavarnelle Val di Pesa – telefono 055 8077024, Merceria Gabbrielli/Marcialla – telefono 055 8074217, Bar Sport Barberino Val d’Elsa – Telefono 055 8075022. Giardino Sotto Vico/Vico d’Elsa telefono 331 4048373 – 055 7476313.

 

Lascia un commento