Al Museo Novecento di Firenze conferenza “Studio d’artista: dal Rinascimento a oggi” a cura di Sergio Risaliti. E si potrà visitare anche la ricostruzione del leggendario atelier di Tony Cragg in occasione della mostra aperta fino al 15 gennaio

Un ambiente intimo e privato, raccolto, alle volte un atelier di grandi dimensioni, un luogo di ricerca, sperimentazione, meditazione e creatività: lo studio d’artista rappresenta da sempre un argomento cardine della storia dell’arte e punto di interesse per gli studiosi dalla notevole fortuna critica. Questo argomento è stato oggetto di ricerca all’interno del programma curatoriale del Museo Novecento già in occasione delle mostre dedicate ad autori quali Filippo de Pisis, Giulio Paolini e Luca Vitone, e torna a essere centrale nella grande antologica dedicata allo scultore britannico Tony Cragg, il cui leggendario studio-atelier di Wuppertal, Germania è stato ricostruito nelle sale al piano terra del Museo Novecento in occasione della mostra TONY CRAGG. Transfer, in corso fino al 15 gennaio 2023.
Proprio a partire da questa riflessione, mercoledì 9 novembre 2022 alle ore 18:00 presso la Sala Cinema del Museo Novecento si terrà la conferenza Studio d’artista: dal Rinascimento ad oggi a cura del Direttore del Museo Novecento, Sergio Risaliti. Un racconto che si snoda a partire dalle botteghe rinascimentali fino agli studi laboratori alchemici dei manieristi, dagli atelier raffigurati da pittori come Velasquez e Vermeer, o nell’Ottocento da Courbet, fino ad arrivare al XX secolo con i celebri studi di Picasso, Matisse e Bacon e ancora al concetto di studio d’artista nel complesso art system dei nostri giorni. Un excursus rivolto ad amanti dell’arte e curiosi, che abbiano voglia di entrare nei luoghi segreti del fare arte.  

Lo studio dell’artista è sempre stato un luogo d’immaginazione e allo stesso tempo reale, sorta di utopia idealizzata così come spazio caotico e perfetta esemplificazione visiva della pratica dell’artista. Andando ben oltre il culto rinascimentale, lo studio dell’artista si trasforma nel corso dei secoli, arrivando proprio al culmine della sua metamorfosi in seguito alla creazione dei grandi laboratori della prima metà del XX secolo, che ospitavano in ex spazi industriali di fabbriche e magazzini scuole d’arte e design come il Bauhaus a Weimar o lo Vchutemas a Mosca, per giungere poi a uno stravolgimento totale dato dall’abolizione del concetto di spazio aperto. E’ proprio attraverso il cosiddetto “crollo dello studio”, infatti, – come ben descrive James Hall nel suo Lo studio d’artista: una storia culturale – che avviene il passaggio fondamentale che ha portato gli artisti ad abbattere il confine tra interno ed esterno e a concepire il loro spazio creativo come privo di limiti fisici e geografici, a volte, e come spazio nomade, in altre circostanze.      
         
Al termine della conferenza, i partecipanti potranno prendere parte a un esclusivo tour alla scoperta della ricostruzione dello studio dell’artista Tony Cragg nelle sale del Museo Novecento. Si ricorda che l’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti (massimo 50 persone).

Sergio Risaliti è storico dell’arte, scrittore e curatore di mostre ed eventi interdisciplinari. Ha fondato il Palazzo delle Papesse di Siena e ne è stato direttore fino al 2002. Dal 2014 è stato direttore artistico di progetti al Forte di Belvedere, al Museo Stefano Bardini, a Palazzo Vecchio e in Piazza della Signoria a Firenze. Nel biennio 2020/2021 è stato nominato guest curator della sezione di arte contemporanea del Museo e Real Bosco di Capodimonte a Napoli. Dal 2018 è direttore artistico del Museo Novecento di Firenze.    

 

STUDIO D’ARTISTA

Dal Rinascimento a oggi
a cura di Sergio Risaliti

Mercoledì 9 novembre 2022, ore 18:00

Museo Novecento Firenze

Lascia un commento