Addio palme. Dieci abbattimenti sul viale Italia a Livorno a causa dell’aggressione del punteruolo rosso. L’intervento (meteo permettendo) il 19 dicembre con immediata messa a dimora di tamerici ad alberello

Focus, Livorno

Sarà eseguito giovedì 19 dicembre 2019, condizioni meteo permettendo, un intervento dell’ufficio Gestione Verde Pubblico del Comune di Livorno per la sostituzione di una parte delle palme del viale Italia con tamerici. L’intervento riguarda le 21 palme poste sulla parte più a nord della passeggiata a mare del viale Italia, quella che va dalle baracchine al Cantiere.

Questi esemplari di Phoenix dactylifera, acquistati in una mandata successiva rispetto agli altri 30 esemplari (dalle dimensioni maggiori) presenti nella parte più a sud della passeggiata, sono stati pesantemente attaccati dal Punteruolo rosso, che nel corso degli anni ne ha fatto collassare al suolo 11 (gli ultimi 3 tra la seconda metà di agosto e la fine di settembre).

I 10 esemplari che rimangono in piedi in questo tratto di passeggiata, nonostante i ripetuti sopralluoghi dei tecnici comunali e gli interventi per alleggerirne la chioma, sono comunque potenzialmente a rischio, soprattutto quando, a inizio primavera, il punteruolo riprenderà a pieno ritmo la sua attività. Il monitoraggio non è semplice, in quanto l’insetto va a colonizzare le porzioni più basse del capitello e quindi non è possibile intuirne la presenza dall’osservazione della corona.

Per questo motivo l’Amministrazione comunale livornese ne ha deciso la rimozione. Oltre all’abbattimento delle 10 palme, i lavori prevedono l’immediata dicioccatura di tutti i 21 ciocchi rimasti nel terreno. Contemporaneamente, saranno piantati 21 esemplaridi tamerice (Tamarix gallica) conformati ad alberello, già alti dai 3 metri a 3 metri e mezzo, e in grado di raggiungere un’altezza di 5-6 metri.

Si tratta della stessa tipologia di piante presenti lungo la passeggiata a mare, sia prima che dopo il tratto interessato – dichiara l’assessore all’urbanistica e ai lavori pubblici Silvia Viviani. “Con questo intervento assicuriamo una immediata sicurezza alla cittadinanza e continuità vegetativa all’area”.

L’altra trentina di palme presenti nel tratto più a sud di passeggiata è attentamente monitorata, e le chiome vengono tenute alleggerite al massimo. Nel corso del 2020 sarà possibile procedere alla loro sostituzione, dopo aver valutato la bontà dell’intervento eseguito e delle nuove alberature inserite.

Lascia un commento