Abiti regali, ma anche macarons, crema pasticciera, canard à l’orange, vol-au-vent… A Livorno la rievocazione della partenza per la Francia di Maria de’ Medici

In cantina e in cucina, Livorno

Un tuffo nella storia della città domenica 13 ottobre 2019 a partire dalle ore 10 in Fortezza Vecchia a Livorno. Sarà rievocata la storica partenza dal porto labronico verso la Francia  di Maria de’ Medici, regina di Francia, avvenuta il 16 ottobre del 1600, ma sarà ricordata anche la figura di Caterina de Medici che, insieme a Maria, portarono la tradizione culinaria del Rinascimento toscano nel mondo. L’iniziativa promossa dall’associazione La Livornina vedrà la partecipazione del sindaco Luca Salvetti, nei panni del Gonfaloniere della Città . Interverranno Claudio de Simoni presidente de La Livornina e Massimo Sanacore, direttore dell’Archivio di Stato.

Caterina prima e Maria dopo, furono due regine che esaltarono nella nazione d’oltralpe la tradizione culinaria del rinascimento toscano, introducendo sulle tavole nobili di Francia l’uso di un’apparecchiatura consona al rango, posate e piatti da portata, bicchieri e tovaglioli.

Tra le tante pietanze esportarono la “Canard à l’orange”, le “crèpes”, le “omelettes” il “Timpano de Medici” i “vol-au-vent” e l’esaltazione delle verdure come accompagnamento. Ma anche altri sapori furono introdotti nel Regno: la famosa “dolceria” Toscana con i  “macarons” la “crema pasticciera” lo “sabayon”, sorbetti di frutta, panna montata, l’arte cioccolatiera, bignè ed il gelato.

Domenica tutto questo sarà ricordato alla presenza di una schiera di figuranti della Livornina in costume d’epoca. Maria dei Medici indosserà un sontuoso abito regale, fedele riproduzione dell’originale tratto da un’opera di Alessandro Allori (nell’immagine sopra il titolo, particolare). Alle pasticcerie cittadine che sono state invitate alla manifestazione sarà consegnata una targa commemorativa.

Alle ore 12.30 è prevista la rievocazione della partenza della Regina dal molo.

 

 

 

Lascia un commento