“Abbiccì leggiamo insieme”, a Colle Val d’Elsa (dal 21 al 25 ottobre) incontri con gli autori, letture ad alta voce, laboratori per bambini, ragazzi e insegnanti. Ingresso gratuito

Libri & Fumetti, Siena

Promuovere la lettura facendo scoprire e riscoprire ai più piccoli e alle loro famiglie il piacere di sfogliare volumi che raccontano storie, fiabe, sogni e viaggi. E’ “Abbiccì leggiamo insieme”, prima edizione del festiva dedicato alla lettura in programma dal 21 al 25 ottobre 2020 nella Città del cristallo, promosso dal Comune di Colle Val d’Elsa, Assessorato all’istruzione, in collaborazione con la biblioteca comunale Marcello Braccagni. 

Il Festival offrirà un variegato calendario di presentazioni di libri, incontri con autori, laboratori per bambini, ragazzi e insegnanti, letture ad alta voce, tutti ad ingresso gratuito. La rassegna si rivolge ai bambini, ai ragazzi e ai giovani da 0 a 20 anni, ma anche alle famiglie, agli insegnanti, educatori ed esperti, e in generale a tutti gli amanti delle storie e della lettura con momenti riservati al pubblico adulto di ogni età. Il coinvolgimento delle scuole cittadine nel progetto, nell’ottica della promozione della lettura come strumento formativo di cittadinanza attiva, offre alla biblioteca l’opportunità di venire in contatto con pubblici diversi, adulti – genitori, nonni, insegnanti, educatori e di “catturare” quindi lettori potenziali.

I luoghi del festivalVari i luoghi che ospiteranno il festival. La biblioteca comunale, l’associazione culturale  Centro Collaterale ma anche le librerie cittadine, sedi di associazioni e luoghi della cultura, come il Teatro del Popolo e piazza Unità dei Popoli.  

Colle “Città che legge”libriCon la qualifica di “Città che legge” Colle di Val d’Elsa ha visto riconosciuto l’impegno e la continuità con cui si svolgono sul territorio politiche pubbliche di promozione della lettura volte a sostenere la crescita socio-culturale della propria comunità attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

Lascia un commento