A Lastra a Signa (il 15 ottobre) i detenuti-attori del carcere di Gorgona con “Ulisse o i colori della mente”. A Scandicci (il 16 ottobre) va in scena “Lockdown Memory”

LASTRA A SIGNA, 15 OTTOBRE 2021 ALLE ORE 21
VA IN CENA “ULISSE O I COLORI DELLA MENTE”
CON I DETENUTI-ATTORI DI GORGONA
Dopo l’ottima prova offerta a fine settembre alla Gorgona, gli attori/detenuti della Casa di Reclusione dell’isola toscana approdano venerdì 15 ottobre 2021 al Teatro delle Arti di Lastra a Signa (Firenze) con lo spettacolo “Ulisse o i colori della mente”.

“Ulisse o i colori della mente” è stato ideato dal regista e drammaturgo Gianfranco Pedullà con Francesco Giorgi e Chiara Migliorini all’interno del laboratorio “Teatro in Carcere” della Regione Toscana in collaborazione con la Casa di Reclusione, un progetto che vuol offrire ai detenuti un’esperienza fondata sulla comunicazione sociale attraverso i linguaggi della scena.

Premio ANCT 2020 Catarsi Teatri della Diversità come miglior spettacolo di teatro sociale in Italia nel 2020, “Ulisse o i colori della mente” è il primo episodio della trilogia “Il teatro del mare”. Lo spettacolo presenta molti richiami al poema omerico ma racconta un’altra Odissea, contemporanea, di un uomo di oggi nel mondo di oggi. Il testo è stato scritto dal regista e drammaturgo Gianfranco Pedullà insieme ai partecipanti al laboratorio.

“E’ un testo che parla a tutti noi – spiega Pedullà – uno spettacolo gioioso, ricco di culture, poesie corali, danze e musiche, composte ed eseguite dal vivo da Francesco Giorgi. Pima parte di una trilogia sul mare, narra della nostra ricerca di un’isola, di una identità, di una casa accogliente. Un testo da me molto amato, costruito con i detenuti/attori, tutti al debutto”.

Per l’occasione, il foyer del teatro ospiterà la mostra del fotografo Alessandro Botticelli con le immagini di scena realizzate durante lo spettacolo del 26 settembres scorso all’Isola di Gorgona.

Inizio ore 21. Si accede con Green Pass. Biglietti 13/11/8 euro, riduzioni per over 65, under 26, soci Coop, soci BCC, soci Biblioteca Comunale, soci Arci e Amici del Museo Caruso. Prevendite online su www.ticketone.it e nei punti Boxoffice Toscana www.boxofficetoscana.it/punti-vendita, compresa la Coop di Lastra a Signa. Info e prenotazioni tel. 055 8720058 – biglietteria@tparte.it.

Intitolata “Nel cuore delle cose”, la stagione 2021/2022 del Teatro delle Arti è organizzata con Comune di Lastra a Signa, Teatro Popolare d’Arte e Compagnia Simona Bucci, con il sostegno di Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Coop Unicoop Firenze, in collaborazione con Rat-Residenze Artistiche della Toscan, Arci Arci e BCC.

Informazioni – Teatro delle Arti – viale Matteotti 5/8, Lastra a Signa (FI) – tel. 055 8720058
www.tparte.itbiglietteria@tparte.it.
Facebook Teatro Delle Arti Lastra Instagram Teatrodellearti_lastra
www.tparte.it

Biglietti
Intero 13 euro
Ridotto 11 euro per over 65, soci Coop, soci BCC, soci Biblioteca Comunale e Amici del Museo Caruso, soci Arci
Ridotto 8 euro fino a 26 anni

Info e prenotazioni
Teatro delle Arti – viale Matteotti 5/8, Lastra a Signa (FI)
Tel. 055 8720058 – teatrodellearti.lastraasigna.fi@gmail.com
promozione@tparte.itwww.tparte.it


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
SCANDICCI, 16 OTTOBRE 2021 ALLE ORE 21
IN SCENA C’È “LOCKDOWN MEMORY”
Un teatro della realtà  capace di far dialogare i nuovi linguaggi multimediali con quelli della scena, un progetto in cui teatro, video arte e film documentario si intrecciano attraverso una collaborazione a distanza con artisti da tutto il mondo.
A poche settimane dal debutto, approda sabato 16 ottobre 2021 (ore 21) al Teatro Studio di Scandicci (Firenze) “Lockdown Memory”, spettacolo di e con Anna Dora Dorno e Nicola Pianzola di Instabilivaganti. (La foto sopra il titolo del post è riferita a “Lockdown Memory”).

Esperimento di condivisione artistica a livello globale, la performance nasce dal progetto internazionale di ricerca “Beyond Borders“, vincitore del bando “Boarding Pass Plus“, che ha lo scopo di superare i limiti imposti dall’isolamento per portare avanti processi di collaborazione artistica su scala mondiale, attraverso un metodo di lavoro capace di generare un nuovo linguaggio transmediale.

Appunti e note visive, partiture fisiche e musicali, conversazioni in video e artisti nelle loro vite quotidiane… Anna Dora Dorno e Nicola Pianzola evocano sul palco i diversi momenti e le situazioni vissute durante il Lockdown attraverso azioni fisiche simboliche, interagendo con i video, artistici e documentari, con conversazioni in zoom e scene di vita quotidiana degli artisti coinvolti nel progetto: tra gli altri, Sun Young Park dalla Corea del Sud, Juliana Spinola da Brasile, Anurada Venkataram dall’India, Cecilia Seaward e Jesus Quintero dagli Usa, Ana Gabriela Pulido dal Messico, Maham Suahil dal Pakistan, Jialan Cai e Yuwei Jiang dalla Cina, Danial Kheyrikhah dall’Iran, Fatih Genckal dalla Turchia.
In scena finiscono momenti e movimenti che hanno segnato la storia recente dei rispettivi Paesi: dalle proteste del movimento Black Lives Matter negli Stati Uniti alla rivolta sociale in Cile, dall’esodo di massa dalle megalopoli indiane al ritorno alla normalità, dopo la tragedia, nella città di Wuhan.

Nell’ambito di Avamposti Teatro Festival organizzato dal Teatro delle Donne. Ingresso con Green Pass e documento d’identità. Biglietti da 5 a 14 euro (riduzioni per over 60, under 25, soci Coop, Arci, Uisp, ATC, residenti a Scandicci, iscritti ai corsi di formazione del Teatro delle Donne). Info, prenotazioni e prevendite sul sito ufficiale www.teatrodelledonne.com (tel. 0552776393 – teatro.donne@libero.it), prevendite anche su www.ticketone.it.

Guarda il trailer dello spettacolo
https://www.youtube.com/watch?v=VjvIWbA9H28

AVAMPOSTI TEATRO FESTIVAL – “A viva voce” è il titolo scelto dal Teatro delle Donne per l’edizione 2021 di Avamposti Teatro Festival, in programma fino a dicembre a Firenze, Scandicci e Sesto Fiorentino. “A viva voce” riflette ed invita a riflettere sull’attualità del mondo femminile e non solo. Pone l’accento sulla discriminazione e la violenza che le donne stanno subendo dall’inizio della pandemia, aggravando una situazione già drammatica, sulla precarietà del lavoro, identità di genere, rapporti generazionali e coniugali, migranti e accoglienza. Programma completo www.teatrodelledonne.com.

I partner del Teatro delle Donne sono Fondazione CR Firenze, Fondazione Teatro della Toscana, Comune Di Scandicci. Il festival è organizzato con il determinante contributo di Fondazione CR Firenze e con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune Di Firenze-Estate Fiorentina, Città Metropolitana, Unicoop Firenze. In collaborazione con Intercity Festival, Quartiere 4.

IL TEATRO DELLE DONNE – Centro Nazionale di Drammaturgia
Sede operativa: Teatro Studio “Mila Pieralli” – via G. Donizetti, 58 – 50018 Scandicci (FI)
Sede legale: via A. Canova, 100/2 – 50142 Firenze
Uffici: via Baccio da Montelupo, 101 – 50142 Firenze – tel. e fax 055.2776393
teatro.donne@libero.itwww.teatrodelledonne.com

Lascia un commento