A Firenze un luogo dedicato a Edoardo Speranza, già ai vertici della Fondazione CR Firenze. La riflessione del presidente Luigi Salvadori

‘’Siamo grati all’ assessore Martini, al sindaco Nardella e a tutta la giunta comunale – dichiara il presidente di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori – per avere deciso di intitolare un luogo pubblico a Edoardo Speranza (foto sopra il titolo), una personalità che ha segnato un periodo significativo della storia civile, politica e culturale di Firenze. Ma lo leggiamo anche come un riconoscimento a quell’idea di Fondazione intesa come organo propulsore e sostenitore delle migliori istanze del territorio che il presidente Speranza ha saputo imprimerle negli anni in cui ne è stato alla guida e che noi intendiamo proseguire con lo stesso spirito e la stessa passione morale e civile’’. 
‘’E ciò – prosegue Salvadori – in un genuino spirito di sussidiarietà che è il motore fondamentale e aggregante del tessuto sociale diffuso verso cui la Fondazione, per statuto e vocazione, ha sempre rivolto la propria cura e attenzione, cercando di interpretarne istanze e bisogni. Avere a Firenze un luogo intitolato a Edoardo Speranza è anche un monito e un incitamento per nostra Istituzione perché non perda mai di vista la giusta rotta da lui segnata’’.

Lascia un commento