A Firenze il filo rosso delle donne sarde: arte, artigianato e impresa. Tra la mostra (agli Uffizi) di Maria Lai e quella dell’artigianato (in Fortezza da Basso)

Firenze

“Rosso Sardegna. Il filo rosso delle donne sarde tra arte, artigianato e impresa”: è questo il tema delle due intense giornate dell’Assemblea Nazionale Donne FASI, (Federazione Associazioni Sarde in Italia) il 21 e il 22 aprile 2018, a Firenze, Fortezza da Basso, organizzata dal Coordinamento Nazionale Donne FASI. L’evento è stato infatti voluto in coincidenza con l’occasione specialissima della mostra “Maria Lai il filo e l’infinito”, in corso alle Gallerie degli Uffizi – Palazzo Pitti, e con la presenza dello stand della Regione Sardegna alla 82° Mostra internazionale dell’artigianato di Firenze (Fortezza da Basso, 21 aprile – 1 maggio 2018 – www.mostraartigianato.it ).



Le due giornate rappresentano una opportunità unica per conoscere il genio e la creatività delle donne sarde, fra passato e presente, attraverso la viva voce di alcune fra le protagoniste del mondo dell’imprenditoria e delle professioni, impegnate in Sardegna in una sfida ardita, capace di coniugare tradizione e innovazione, seguendo il filo tessuto da Maria Lai.

 Si comincia infatti sabato 21 aprile, a partire dalle 10, nella Sala della Scherma alla Fortezza da Basso, con un convegno che vedrà la partecipazione di artiste, artigiane, imprenditrici e professioniste. Le testimonianze spazieranno dall’arte all’imprenditoria, nelle parole di donne come Anna Gardu (Donna Sarda 2018, Pasticceria Hòro), Ignazia Tinti (ceramista – www.lafantasticabottega.com/), Valentina Sulas (Attrice), Carmìna Conte (Giornalista e conduttrice televisiva), Sara Carboni (wedding planner – www.saraevents.it/), Maria Carmela Folchetti (fotografa, Presidente Regionale di Confartigianato Imprese Sardegna ), Pupa Tarantini, (consigliera nazionale AICC – Associazione Italiana Città della Ceramica e assessora Artigianato e Impresa Comune di Oristano) e Francesca Re (Associazione GALANA).

redim



“Rosso Sardegna. Il filo rosso delle donne sarde tra arte, artigianato e impresa” vuole essere un momento di incontro e condivisione, ma anche di ispirazione e spunto per le donne impegnate nel volontariato nei circoli sardi riconosciuti dalla Regione Sardegna e uniti dalla Federazione delle Associazioni Sarde in Italia (FASI www.fasi-italia.it).

 Nel pomeriggio, dalle 15, si prosegue a Palazzo Pitti, Sala del Fiorino, con la conferenza sulla vita e l’opera della grande artista sarda Maria Lai, organizzata in collaborazione con le Gallerie degli Uffizi. E’ prevista la partecipazione di Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi; Laura Donati (Curatore delle stampe, Gallerie degli Uffizi ); Caterina Virdis, (già Docente di Storia dell’Arte – Università di Padova); Pietro Clemente (già Docente di Antropologia Culturale e Museale); Anna Dolfi, (Docente di Letteratura Italiana Contemporanea-Università di Firenze); Renata Pintus (Direzione Generale Educazione e Ricerca, Mibact, Roma ). La Giornata si concluderà con la visita alla mostra Maria Lai “Il filo e l’infinito”, inaugurata l’8 marzo e che proseguirà fino al 3 giugno (sopra il titolo particolare di un’opera di Maria Lai). In serata è previsto un aperitivo con degustazione di vini sardi nella sede della Associazione dei Sardi in Toscana –  ACSIT- in Piazza Santa Croce 19 (www.acsitfirenze.net).

Si conclude domenica 22 aprile, con un seminario che si svolgerà nella mattinata, a partire dalle 9, sempre nella sede della Associazione dei Sardi in Toscana: le donne e i giovani FASI si incontreranno per progettare gli eventi futuri di promozione della Sardegna.


 L’ingresso alla Fortezza da Basso è soggetto al pagamento del biglietto d’ingresso.

 La conferenza a Palazzo Pitti è soggetta al pagamento del biglietto d’ingresso.

Lascia un commento