Lucca, appuntamento con la rassegna “Piazza del Giglio” e il cult “Biancaneve” del Teatro del Carretto. Il 23 luglio alle ore 21

Focus, Lucca

La rassegna “Piazza del Giglio” prosegue giovedì 23 luglio 2020 (ore 21) con Biancaneve, spettacolo cult del Teatro Del Carretto: rappresentato in tutto il mondo, ha travalicato barriere linguistiche e culturali emozionando bambini e adulti. Magia, mistero e ambiguità del Teatro si fondono in questo spettacolo per bambini (dai 5 anni in avanti) ma rivolto a tutti, con la sua meravigliosa scatola teatrale che all’inizio si presenta come un normale teatro di marionette e che poi a poco a poco si apre come un armadio magico, facendo apparire teste, o paesaggi, personaggi veri, oggetti misteriosi di grandezza spropositata, o la miniera dei nani, che sempre si prendono l’applauso a scena aperta. “Mai vista tanta grazia, tanta virtù tecnica, tanta poesia inventiva – così Rodolfo Di Giammarco su La Repubblica – in un teatrogiocattolo che, dando fondo a raffinatezze adulte, riesce a sincronizzare l’arte dei marionettisti con gli automi, con un’attrice vera in pose da “masque” e, non ultimo, sa trasformare tutto il mini-deterrente scenografico in meraviglia magica, d’una magia non infantile.” L’adattamento e la regia dello spettacolo sono di Maria Grazia Cipriani, le scene e i costumi di Graziano Gregori. Ad animare e dar vita a marionette, oggetti di scena e personaggi “veri” (la Matrigna) sono Andrea Jonathan Bertolai, Ian Gualdani Giacomo Pecchia, Giacomo Vezzani e Anna Solinas. (Sopra il titolo: ph. Tommaso Le Pera).

 “La Biancaneve del Teatro Del Carrettoscrive Lele Luzzati – è forse lo spettacolo più ambiguo che abbia visto negli ultimi anni. E quando dico “ambiguo” voglio dire che ha raggiunto l’essenza del teatro: ambiguo è l’Amleto, ambiguo è il miglior Carmelo Bene, ambiguo è Mozart e il suo Flauto magico, ambiguo è Fellini… E ambigua è Biancaneve: uno spettacolo per bambini, ma anche per tutte le persone intelligenti dai 5 agli 80 anni; ambigua è la matrigna, talvolta personaggio reale, che raggiunge l’astratto; ambigui sono i nani che arrivano da fondo sala, grandi come veri nani per poi diventare piccoli piccoli una volta entrati nel teatrino di mezzo.”

 

  • La rassegna “Piazza del Giglio” proseguirà giovedì 29 luglio 220 (ore 21) con la musica di Quinto Aere: Profumo di ottoni, per una serata ricca di divertimento e swing; ultimo appuntamento in cartellone venerdì 30 luglio (ore 21) con I Sacchi di Sabbia e Massimiliano Civica in “Andromaca” da Euripide.

I biglietti per la rassegna “Piazza del Giglio” costano € 10,00 (sono previste speciali riduzioni per famiglie). Informazioni e acquisti online sul sito www.teatrodelgiglio.it; prenotazioni al numero 366 6593993 (il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17); acquisti in biglietteria il giorno dell’evento, con orario continuato dalle 15.30 a inizio spettacolo.

Lascia un commento