SANREMO 2017. Lele vince fra i giovani. La gara dei campioni: fuori a sorpresa Al Bano e D’Alessio con Ron e Giusy Ferreri

Finale dei giovani alla quarta serata della 67ma edizione del Festival di Sanremo. E Lele (nella foto sopra il titolo) conquista il podio più alto con “Ora mai”. Dopo “Amici” e – si dice – una love story con Elodie, Lele, che in realtà si chiamaRaffaele Esposito, viene dalla provincia di Napoli, ha 19 anni e da almeno sette si diverte a scrivere canzoni. Ha già pubblicato un album e spera che i prossimi mesi siano decisivi per la sua musica.

Sono stati proprio i giovani ad aprire la puntata di venerdì 10 febbraio sul palco dell’Ariston. Nell’ordine hanno cantato Leonardo Lamacchia  (Ciò che resta), Lele, Maldestro (Canzone per Federica) e il pratese Francesco Guasti (Universo). Le giurie hanno fatto il resto, indicando Lele quale vincitore del Festival 2017 Nuove Proposte. Commozione sul palco, qualche lacrimuccia e poi di nuovo in movimento, perché lo show deve andare avanti. Hanno così cantato i campioni, ovvero i venti ancora in gara (dei 22 iniziali) dopo l’eliminazione definitiva – giovedì sera – delle due coppie Nesli – Alice Paba e Raige – Giulia Luzi.

A tarda ora, dopo il complesso rituale a cui sono chiamate le varie giurie, sono stati indicati i sedici campioni finalisti. Le giurie hanno nuovamente escluso, questa volta definitivamente, Giusy Fereri (Fa talmente male) e Ron (L’ottava meraviglia) e sono usciti a sorpresa anche Al Bano (Di rose e di spine) e Gigi D’Alessio (La prima stella). Non sono mancati i fischi in sala per contestare il verdetto.

In finale vanno quindi Bianca Atzei, Clementino, Chiara, Francesco Gabbani, Fiorella Mannoia, Elodie, Lodovica Comello, Ermal Meta, Marco Masini, Alessio Bernabei, Fabrizio Moro, Paola Turci, Michele Zarrillo, Sergio Sylvestre, Michele Bravi e Samuel.

Il siparietto di Maurizio Crozza ha attinto a piene mani dai “fatti del giorno” tipo i rumors che vorrebbero Carlo Conti in procinto di passare a Mediaset, eventualità da lui smentita, mentre ha confermato di avere con la Rai un contratto in scadenza nel 2019, che non rifarà il Festival nel 2018, che condurrà a breve una trasmissione sullo Zecchino d’oro, ma non esclude di poter ritornare fra qualche anno. Crozza ha parlato del  Sanremellum, ha ironizzato sull’Italicum, poi si è chiesto cosa sia rimasto dei tre anni del governo di Renzi. Quindi carrellata di ospiti, da Antonella Clerici che condusse Sanremo sette anni fa al commissario Montalbano alias Luca Zingaretti  (di nuovo in tv da fine febbraio, l’attore ha cantato Vita spericolata di Vasco Rossi), da Virginia Raffaele di rosso vestita nei panni di Sandra Milo e Marica Pellegrinelli, moglie di Eros Ramazzotti. In platea anche Beppe Vessicchio, che quest’anno non è tra i direttori d’orchestra del Festival, ma è stato invitato all’Ariston da Carlo Conti. Gli ascolti? Ancora sopra 10 milioni.

Lascia un commento