Dario Brunori e l’Orchestra Multietnica di Arezzo: a Terranuova Bracciolini un concerto che mescola i suoni del Mediterraneo

Arezzo, Dischi & Live

Sarà l’Orchestra Multietnica di Arezzo, uno dei vanti musicali del territorio diretta da Enrico Fink, in compagnia di Dario Brunori, conosciuto con lo pseudonimo di Brunori SAS, i protagonisti del live speciale di domenica 20 maggio 2018 alle 21.15 all’Auditorium Le Fornaci di Terranuova Bracciolini (via Vittorio Veneto, 19, Ar) dove i suoni del Mediterraneo si mescoleranno alla musica dell’artista cosentino. La serata, che chiude gli eventi della stagione “Diffusioni” di KanterStrasse, organizzato in collaborazione con Officine della Cultura è completamente sold out già da mesi.

OMa_Brunori

Cultura, musica, pluralità e mescolanza: sono senza dubbio i principi ispiratori del progetto che ha portato alla costituzione dell’Orchestra Multietnica di Arezzo diretta da Enrico Fink, che per questa occasione porta sul palco un ospite d’eccezione: Dario Brunori. L’artista cosentino, classe 1977, uno dei talenti italiani che più stanno dando corpo al dibattito musicale sulle tematiche dell’attualità, è già noto per il sostegno a campagne sociali a favore dell’Unicef, di cui è ambasciatore calabrese, e per Emergency.

OMA, progetto di Massimo Ferri per Officine della Cultura è composta dai musicisti Enrico Fink, Massimiliano Dragoni, Luca Roccia Baldini, Mariel Tahiraj, Massimo Ferri, Gianni Micheli, Eli Belaj, Irina Denissova, Danny De Ritis, Madoka Funatsu, Rana Goulam, Iolanda Heini, Natalia Marcalain, Leidy Natalia Orozco Rodriguez, Emiliano Sescu, Paola Scoppa, Emad Shuman, Roberta Stancu, Stefano Albiani, Sandro Beoni, Simone Biliotti, Lavinia Massai, Filippo Mazzini, Nicola Meacci, Lea Mencaroni, Leonardo Morella, Alberto Patania, Maria Rossi, Antonio Salis, Alessandro Sestini, Mariaclara Verdelli, Saverio Zacchei e Giovanni Zito che si esibiranno in un vero e proprio viaggio musicale attraverso le culture e le tradizioni: dal Nord Africa passando per la Turchia, la Grecia, i Balcani, l’Est Europeo, per arrivare fino al nostro Paese, alle coste bagnate da quello stesso Mediterraneo che unisce e allontana i popoli. Un percorso nomade, di nuove migrazioni, che che in questa esclusiva produzione incontra alcuni tra i brani più noti di Dario Brunori.

La biglietteria delle Fornaci sarà aperta il giorno dell’evento domenica 20 maggio dalle 16.00 alle 20.30 per il ritiro dei biglietti.

Per ulteriori informazioni comunicazione@festivaldiffusioni.com;
Sito internet www.lefornaci.org; tel/whatsapp +39 3779878803

 

Lascia un commento