IMG_6568

SPECIALE PITTI / 12. Una carrellata Made in Toscana (da Locman a Roy Rogers’, dal Bisonte a Paltò…) con un assaggio di salumi doc

Moda e Artigianato

Anche nell’edizione numero 93 di Pitti Uomo, alla Fortezza da Basso di Firenze dal 9 al 12 gennaio 2018, c’è molta Toscana, terra eletta per quanto riguarda la moda, l’artigianalità, le eccellenze, la creatività.IMG_6582 E per cominciare, prima di una immersione fra alcuni brand made in Tuscany presenti  alla manifestazione fiorentina, cosa c’è di meglio di una degustazione di un prodotto gastronomico fra i più tipici della regione? Parliamo della finocchiona, il salume aromatizzato al finocchio, di cui il Consorzio tutela della finocchiona Igp (sede a Firenze) ha fornito una degustazione (abbinata aduna flute di champagne) per festeggiare l’anniversario un un marchio presente al Pitti. Ma partiamo adesso con una carrellata “toscana”.

Il Bisonte – Rivisitazione ed esplorazione sono le due parole chiave della collezione de Il Bisonte FW 2018. IMG_6565Un sapiente studio dell’archivio storico del brand, fondato negli anni Settanta dal poliedrico creativo Wanny Di Filippo (foto  a destra), unito allo spirito di ricerca e innovazione, che ha dato vita a una collezione originale e contemporanea. Il marchio storico di pelletteria fiorentina recupera le sue origini e trasferisce il suo spirito wild in una collezione di combinazioni cromatiche e materiche inaspettate, di stampe transfert e dettagli sempre più ricercati.nuove esplorazioni tattili. Lo spirito gipsy è il leitmoitiv di tutta la collezione, si riflette nell’introduzione del tessuto tappezzeria Kilim IL BISONTE_FW18_A2758su base di velluto e celebra i modelli iconici della marca: la borsa zaino “Maremmana” , la piccola baguette degli anni ‘90, la sacca Mezzaluna dei primi anni ‘80, il secchiello e la shopping. Il motivo Navajo è una delle novità della stagione riproposto sia mixato con pelle di vacchetta naturale tinta a mano sia stampato sul retro della pelle per impreziosire anche l’interno degli accessori. La collezione Fall Winter 2018 introduce poi una serie di nuovi materiali: la pelle di bufalo che caratterizza i modelli d’archivio del brand e la pelliccia di shearling nella proposta donna. Giovedì 11, fra l’altro, sarà inaugurato a Firen ze (Palazzo Corsini) il nuovo showroom dell’azienda.

 Locman – Con Montecristo 41mm, il design si fa più morbido e ancor più funzionale: le tipiche anse a tre barre, che nelle edizioni passate erano ancorate, formano un solo blocco con la cassa, aumentando notevolmente la stabilità dell’orologio. Le dimensioni della cassa si riducono notevolmente. IMG_6570Montecristo 41 mm è proposto con meccanismo cronografo al quarzo o con movimento meccanico solo tempo con carica automatica elaborato da S.I.O. (Scuola Italiana di Orologeria). Ma l’appuntamento con Pitti Uomo è anche il momento della presentazione dell’orologio, pure in limited edition, progettato insieme alla Ducati, un’altra eccellenza italiana, quest’ultima nel campo delle moto. E proprio nello stand Locman è presente l’ultimo modello Ducati (quattro cilindri) in vendita da poche settimane. Un binomio, Loman-Ducati, di fortissimo appeal a livello internazionale.

Conte of Florence – La capsule Essential ripropone i valori originali del brand, partendo dall’appartenenza al mondo sporty, rivisto in chiave urban. La collezione trova ispirazione in una fredda giornata in Central Park, dove i colori naturali degli alberi spogli e sbiancati dal gelo, si uniscono ai toni metropolitani del cemento e del ferro. Ne nasce una proposta da mille sfumature di grigio, tagliato da una importante presenza di blu e rosso del nostro nastro regimental, elemento autentico del mondo Conte of Florence.

Roy Roger’s – Nel mondo del jeans made in Tuscany  fra Denim Evolution e Authentic. Denom evolution è il nuovo progetto Roy Roger’s.RR_Abetone_FW1819M Il punto di partenza è un classico denim jacket che, passo dopo passo, acquisisce elementi nuovi fino a diventare un piumino o mountain parka con profilature in denim. Lavorazioni speciali, su tessuti tecnici, per un risultato di alta qualità. Quattro modelli realizzati con imbottitura in oca certificata (fra cui Abetone, foto a destra, e Cimone). Authentic volge uno sguardo al passato, o meglio nella storia, perché in Roy Roger’s la storia è densa di significato. Un recupero di alcuni modelli presi direttamente dagli archivi personali di Guido Biondi, direttore creativo del brand. Lontano però da un’operazione “nostalgia”. Il progetto riproduce fedelmente tessuti, etichette e packaging (negli anni Cinquanta-Sessanta i jeans Roy Roger’s venivano venduti in una busta di carta-paglia), mentre i fit sono riletti in chiave contemporanea.

Bramante – Dedicata agli alberi, la collezione Bramante FW2018 racconta un viaggio che assomiglia ad un pic nic invernale immerso nella natura toscana (l’azienda è di Sansepolcro), vivendo la quiete, la corroborante rinascita e il delicato rapportarsi con la natura, sdraiati su un plaid nel rumoroso silenzio di un bosco. Dolcevita in misto cashmere con motivi fishermanIl percorso di collezione – morbida maglia in filati preziosi – si evolve, stagione dopo stagione, come un lungo dialogo con il cliente, con il preciso intento di garantire profondità di ricerca e stabilità di prodotto (nella foto a destra dolcevita in misto cachemire con motivi fisherman). L’ispirazione prende traccia dalle superfici irregolari dei tronchi, dalla morbidezza del muschio, dai tappeti di foglie, dai contorni ovattati dei paesaggi brumosi, dai colori eleganti e naturali del bosco, con i suoi grigi carbone, i gialli ocra, i rossi scurissimi, i cammello caldi e i blu polverosi di un cielo d’inverno. Il colore viene rappresentato puro e profondo o sfaccettato in mille soluzioni tridimensionali, che utilizzano i punti maglia per esprimere cromie differenti. Gli effetti di mouliné e di intreccio sono espressi con l’inserimento di morbidi misto alpaca che alleggeriscono il peso specifico dei capi, dando modernità e comfort.

D’Avenza – D’Avenza è una Luxury Menswear Collection. Fornisce una chiara indicazione di stile al guardaroba e si fa portavoce di un nuovo approccio al segmento lusso del casual/menswear di fascia alta. Non solo collezioni di abbigliamento made in Biella (ma ancora con ramificazioni nell’area di Carrara), ma anche accessori e capsule esclusive, accanto a una proposta customizzata sulle richieste di una clientela d’elite. A questo pubblico è dedicata anche una collezione in preziosa Vicuna realizzata direttamente negli stabilimenti dell’azienda.

Paltò – Nelle sette stagioni di Mad Men scorrono i 60’s in ogni minimo dettaglio. La politica, il lavoro, le diseguaglianze sociali, la nascita della comunicazione e del mondo dell’immagine. Il design, i costumi e la moda. E’ da qui che Paltò prende ispirazione per due dei suoi modelli principali, di derivazione stilistica trench. Il monopetto in principe di Galles con manica raglan, collo camicia e cintura senza fibbie, nei toni dei beige. Il doppiopetto in velluto 500 righe, lavato in capo con effetto light vintage.

Faliero Sarti – L’arte quasi pittorica del colore si coniuga ai materiali più pregiati e naturali sulle stole e sulle sciarpe del Lanificio Faliero Sarti, azienda storica pratese specializzata, fin dalla sua origine, nella produzione
di tessuti per l’alta moda ed il pret-a-porter.

Buttero – Stile, grinta, e qualità sono i tratti salienti di Buttero, sbarcato nel terzo millennio senza perdere i tratti distintivi dell’esordio: prodotti riescono a rinnovarsi ogni stagione coniugando artigianalità, comodità, resistenza e bellezza. Marchio della famiglia Sani dal 1974, Buttero ha un storia dal gusto tutto toscano: il nome deriva dai “cowboy” italiani che vagavano per le paludi della Maremma.

Goti – La qualità della manifattura gioielliera toscana si unisce all’avanguardia. Forme alchemiche e organiche interpretano in modo inconfondibile il mix eclettico di materiali come la pelle, l’argento ed altre leghe. Con un tocco di mistero.

Gabs – Colore e trasformazione si uniscono grazie alla prima borsa che cambia attraverso un semplice meccanismo, un bottone turchese. IMG_6502Nell’anteprima della collezione (foto a destra), disegnata dal fiorentino Franco Gabbrielli, presente a Pitti Uomo ecco Gabs Trip, scatti fotografici he catturano istantanee dai viaggi. La borsa diventa una specie di cartolina” che racconta l’itinerario. Ogni borsa ha impresso il numero progressivo delle stampe realizzate fino ad oggi e il nome della città.

Gioielli Corsini – Piccoli poemi, molti dei quali vedono il mare protagonista, diventano preziosi. Suggestioni, piccole frasi, momenti vissuti, citazioni da condividere o semplici parole, oggi trovano spazio nei gioielli minimali realizzati dall’orafo fiorentino Fabio Corsini.

U.S. Polo Assn – La nuova collezione Fw 2018/2019 del marchio basato in Valdinievole, racconta mondi diversi che si materializzano in proposte che non smettono mai di attrarre e sedurre. La creatività del brand si ispira ancora al gioco del polo, amalgamando una una sintesi di eleganza e comfort lo spirito passionale di questo sport con il tempo libero e l’urbana style. e proposte Adventure scelgono i colori classici del brand, quelli tradizionali della bandiera americana, contaminati da un gioco di grigi pieni o sfumati mélange. Il minaccia scuro è enfatizzato da fantasie autunnali. Predominano invece i toni pieni e accesi del giallo e del rosso lacca nelle proposte College Championship. E protagonista indiscusso della stagione è il capospalla declinato in bomber, piumini reversibili, piumini lunghi e parka.

Lascia un commento