Salemme

Salemme, “Una festa esagerata” e l’omaggio a Eduardo. A Cascianala generazione perduta della tv fra i ’50 e i ’60. Minimal Teatro ad Empoli cala il sipario con “Kore”

Teatro e Danza

VINCENZO SALEMME CHIUDE LA STAGIONE DEL POLITEAMA PRATESE

Sabato 14 e domenica 15 aprile 2018 grande chiusura di stagione per il Teatro Politeama Pratese con “Una festa esagerata” di e con Vincenzo Salemme. La commedia, che non può non farci pensare alla grande tradizione della commedia napoletana d’autore, è un omaggio di Salemme a Eduardo De Filippo con il quale iniziò il suo lungo viaggio nel mondo del teatro. La storia narra di una coppia di genitori borghesi, nella Milano di oggi, alle prese con l’organizzazione del debutto in società della figlia diciottenne.

Salemme 2

E ovviamente, non potrebbe esserci nulla di più semplice se non fosse che il padre (Vincenzo Salemme), uomo leggermente presuntuoso e amante del teatro, deve confrontarsi con una moglie (Teresa Del Vecchio) “affamata” di popolarità e disposta a tutto pur di incassare soldi e continuare fare la sua vita da “borghese milanese”, anche a costo di scendere a compromessi con la politica locale. Intorno ai due signori Parascandolo, mentre fioccano gli imprevisti di tutti i tipi, ruota un cast di attori d’eccezione: una figlia (Mirea Flavia Stellato) a cui il padre cerca di insegnare l’amore e il rispetto, ma che è molto più presa dai valori materiali e confonde l’amore con i soldi; un furbo napoletano che cerca di fingersi indiano per farsi prendere a servizio dai padroni di casa; un neo-portiere del palazzo (Antonio Guerriero) impegnato nelle elezioni di condominio; un prete (Nicola Acunzo) alternativo e un vecchio amore (Antonella Cioli) che continua a tornare nella vita del protagonista.

“Una festa esagerata nasce da un’idea che avevo in mente da tempo, uno spunto che mi permettesse di raccontare in chiave realistica e divertente il lato oscuro e grottesco dell’animo umano” così presenta il suo nuovo spettacolo Vincenzo Salemme. 

Biglietti: da 26 a 30 euro. Riduzione su richiesta: over 65 – associazioni culturali e Cral (minimo 15 abbonamenti o biglietti); non si effettuano riduzioni per le rappresentazioni del sabato.

Orario della biglietteria: dal martedì al sabato dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 17,00 alle 19,00; mezz’ora prima dell’orario d’inizio dei singoli spettacoli.
Giorno di chiusura: lunedì salvo spettacoli in programmazione.

Teatro Politeama Pratese
Via G. Garibaldi 33 – Prato | Tel. 0574 603758 – Fax 0574 445580
e-mail: teatro@politeamapratese.com – www.politeamapratese.com

A BIENTINA “OMAGGIO AD UNA GENERAZIONE PERDUTA”

Una pagina di prosa per raccontare uno spaccato del mondo dello spettacolo dagli anni ’50 alla fine dei ’70, per la rassegna “Teatro Liquido” di Guascone. Sabato 14 aprile 2018 alle 21,30, al Teatro Verdi Giuseppe di Casciana Terme. Con Alessandra Aricò, Riccardo Goretti e Lorenzo Bachini. Cena anni ´70 in luogo alle 20,00 a 15,00 euro.

Nata teatro Generazione1

Il copione è un vero e proprio un omaggio ad una generazione perduta. Quella generazione di attori, attrici, cantanti, poeti e ballerine che costituiva il mondo dello spettacolo, del cinema e della televisione italiani dal 1950 alla fine degli anni ´70. Una generazione cresciuta con l´imperativo del talento in mente, persone preparate, parte di un mondo che non c´è più. Un mondo in cui bisognava saper fare qualcosa, e saperlo fare bene, per essere in televisione. Saper suonare e cantare per fare i dischi. Aver da dire qualcosa per fare l´artista. Un mondo che pare oramai quasi impossibile. A quel mondo vada, commosso e divertito, il nostro misero omaggio e il nostro perenne inchino. E chi meglio di questi tre bravi e talentuosi artisti odierni potrebbe mai portare in alto, il più in alto possibile, quest’inchino ai tempi che furono di grandi cuori, di grande rispetto e di leggera intelligenza?

La rappresentazione è all’interno della quarta stagione (edizione 2017/2018) del “Teatro Liquido” di Guascone Teatro, ovvero “Utopia del Buongusto” (il festival estivo) in tempi freddi. Occasione allegra per star bene, essere attraversati da bei pensieri e migliorarsi la vita. Direzione artistica di Andrea Kaemmerle.

Informazioni 328 0625881 e 3203667354, info@guasconeteatro.it, www.guasconeteatro.it. Biglietti: 10 euro intero – 8 euro ridotto.

MINIMAL TEATRO DI EMPOLI, “KORE” CHIUDE LA STAGIONE

Ultimo spettacolo della rassegna Teatro contemporaneo al Minimal Teatro di Empoli. Sabato 14 aprile 2018 in scena “Kore” di Francesco Niccolini con Vania Pucci, immagini di Ines Cattabriga e Federico Laguzzi, luci e suoni di Saverio Bartoli.

Kore

Questo non è uno spettacolo: lo ammette candidamente la protagonista di questa storia, che – più ambigua della Gioconda – ci dà il benvenuto a qualcosa che potrebbe essere «una simulazione di volo, un corso di formazione prematrimoniale, post matrimoniale e anti panico: pacchetto unico per gestire senza isterie ogni tipo di rapimento, morte compresa». È difficile orientarsi di fronte a questa rappresentante di una compagnia aerea che è anche una compagnia teatrale o forse un servizio traghettamento iniziato alcuni millenni fa da un vecchio barbuto e scorbutico chiamato Caronte. Perché la vera protagonista di questa storia è proprio lei: la porta. Una porta socchiusa, misteriosa, posta chissà dove ma che – al momento opportuno – ci compare davanti: la porta tra l’al di qua e l’al di là. E non stiamo parlando di una questione metafisica o religiosa: ognuno di noi, comunque la pensi, un giorno ha avuto o avrà paura di morire, ha perso una persona cara e una notte ne ha sognato il fantasma e sulla soglia di quella porta si è fermato, mano nella mano con chi non c’è più. Kore racconta il distacco, in ogni sua declinazione.

Tutte le sere di spettacolo il Minimal Teatro è aperto dalle 20.00 per l’apericena, biglietto spettacolo e apericena € 10; biglietto solo spettacolo € 8. Inizio alle 21.00.

Per informazioni Giallo Mare Minimal Teatro(via P.Veronese, 10 – Empoli) 0571/81629-83758 o scrivere a info@giallomare.it. Ricordiamo che è gradita la prenotazione.
Il programma delle attività è consultabile sul sito internet www.giallomare.it.

Lascia un commento

40 + = 46