_DSC1386aa

Versiliana: Paolo Ruffini diventa “Il Principe Piccino”. E un altro livornese, Michele Crestacci, va in cerca di se stesso a Treggiaia

Teatro e Danza

“IL PRINCIPE PICCINO”, ovvero un capolavoro in salsa livornese

Sarà dedicato ai bambini, ma non solo. Di sicuro sarà uno spettacolo come sempre divertentissimo. Il Caffè Chantant del Festival della Versiliana propone per giovedì 10 agosto 2017 alle 21.30 una serata sotto le stelle con l’attesissimo ritorno di Paolo Ruffini, nei panni del “Principe Piccino”, ovvero la trasposizione in vernacolo livornese de “Il Piccolo principe” di Antoine de Saint-Exupéry, ma anche “riflessioni e chiacchiere disubbidienti sulla domanda siamo ancora capaci di meravigliarci?”

L’attore e regista Paolo Ruffini, noto al grande pubblico come interprete comico cinematografico e teatrale, oltre che come conduttore Tv, si è cimentato nella traduzione in dialetto livornese dell’opera di Antoine de Saint-Exupéry, restituendo una reinterpretazione del racconto in chiave umoristica che, senza stravolgere i significati profondi contenuti nell’opera, riesce a raccontare con leggerezza e disincanto il potere sei sentimenti. (posto unico 15,00 euro Info 0584 265757 www.versilianafestival.it). “Il Piccolo Principe” è una delle opere letterarie più tradotte al mondo (257 lingue) e ha venduto oltre 200 milioni di copie. Si tratta di un caso letterario unico perché questa storia ha saputo arrivare, con una semplicità disarmante, all’anima dei lettori di tutto il mondo. “Il Principe Piccino” parla di relazioni, parla del romanticismo dell’amicizia, ma parla soprattutto della capacità di meravigliarsi di fronte alla bellezza. Paolo Ruffini torna a narrare questo racconto per condividere con il pubblico il sapore della felicità inaspettata, quella capace di sopraffare anche nei momenti più bui, come un paradosso meravi­glioso: saremo capaci di riconoscerla e accoglierla?
Questa riflessione offre spunti e suggestioni per discutere di attualità: oggi ognuno di noi, come il Principe Piccino, rischia di perdere lo stupore della vita, la capacità di trasformare il limite in opportunità.
I biglietti sono in vendita online e in tutti i punti vendita Ticketone e presso il botteghino della Versiliana (viale Morin, 16 – Marina di Pietrasanta) aperto tutti i giorni con orario 10.00 – 13.00 e 17.00-22.30. Tel 0584 265757 www.versilianafestival.it).

I PROSSIMI SPETTACOLI DEL 38° FESTIVAL LA VERSILIANA

venerdì 11 agosto (Teatro Versiliana):
PAOLA TURCI – IL SECONDO CUORE TOUR

sabato 12 agosto (Teatro Versiliana):
THE KOLORS – LIVE 2017

domenica 13 agosto (Teatro Versiliana):
FIORELLA MANNOIA – COMBATTENTE TOUR

lunedì 14 agosto (Teatro Versiliana):
ANDREA PUCCI – IN … TOLLERRANZA ZERO

 

“SONO SULLALTALENA”: in scena c’è Michele Crestacci

Un esilarante monologo comico sulla ricerca del proprio io, al festival teatral – gastronomico “Utopia del Buongusto”. Giovedì 10 agosto 2017 alle 21,30 al Santuario della Madonna di Ripaia a Treggiaia (Pontedera – Pisa), Michele Crestacci presenta il suo spettacolo “Sono solo sull’altalena”. Cena in luogo alle 20,00. Informazioni e prenotazioni al 3280625881-3203667354. Programma completo su www.guasconeteatro.it Da non perdere la cena preparata con cura dalle signore del paese.

crestacci 3
Michele Crestacci

Michele Crestacci e un comico, cabarettista e gloria labronica dei nostri giorni. Nella sua carriera di attore si è diviso tra teatro e cinema. Per il grande schermo ha preso parte a numerosi film di Paolo Virzì da “La prima cosa bella” nel 2010 a “La pazza gioia” del 2016. Per il teatro alterna il cabaret puro esilarante e tagliente a monologhi. Questa volta si tratta di esilarante monologo comico di un giovane quarantenne sulla ricerca del proprio io a Livorno. Una riflessione, un flusso di coscienza del comico livornese che, con la sua consueta ironia affronta le problematiche quotidiane che i quarantenni affrontano quotidianamente in un’era in cui si è eternamente giovani.

Articoli Correlati

Lascia un commento