VERDE ORO_programma 2018

Verde Oro, l’olio extravergine d’oliva protagonista per quattro giorni a Rosignano Marittimo. Tanti eventi e food di eccellenza. ospiti Sardegna, Corsica e Var

In cantina e in cucina, Livorno

Profumato, dorato e gustoso: l’olio extravergine di oliva esprime lo spirito di un territorio ricco e generoso, amorevolmente coltivato da produttori di qualità in un paesaggio dove il rapporto tra l’uomo e la natura è ancora armonioso. All’olio evo e ai prodotti tipici di Rosignano Marittimo è dedicata “Verde Oro”, la manifestazione che si svolge nel borgo collinare dal 1° al 4 novembre 2018. L’edizione annuale della rassegna, promossa dal Comune di Rosignano Marittimo e organizzata dal Consorzio  Olio Toscano IGP in collaborazione con la Pro Loco di Rosignano Marittimo, è concepita come un viaggio nel mondo dell’olivicoltura tra cibo, degustazioni e forum.

Fiore all’occhiello del programma è “La giostra dell’olio”, secondo campionato mondiale di bruschetta condotto da Federico Quaranta, oltre all’appuntamento con la mostra mercato dell’olio extravergine di oliva di qualità, le cene nell’area feste “L’Oliveta”, i banchi di street food, gli aperitivi dell’olio e le iniziative speciali come il volo panoramico in mongolfiera e l’equitazione per bambini. Anche quest’anno “Verde Oro” conferma la sua vocazione internazionale ospitando i prodotti di eccellenza di Toscana, Sardegna, Corsica e Var, regioni partner del progetto “Food&Wine Market Place”, finanziato nell’ambito del Programma di cooperazione Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020, con risorse del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale.

Il programma inizia giovedì 1° novembre alle ore 11 con l’inaugurazione di “Verde Oro”, alla presenza delle autorità locali e dei partner europei del progetto “Food&Wine Market Place”. Si aprono la mostra mercato dedicata ai prodotti agricoli del territorio e le aree espositive con i prodotti delle regioni ospiti (presso L’Oliveta e in piazza Carducci). Dalle 12 si può visitare la mostra fotografica “La Toscana degli olivi” a cura dei fotografi dell’Università Popolare di Rosignano, mentre alle 16 c’è il mini corso di avvicinamento all’assaggio dell’olio (a cura del Consorzio olio IGP toscano). Alle 18 si svolge il convegno “L’olio in cucina” (Villa Pertusati), dedicato all’importanza dell’olio nella dieta mediterranea, con la partecipazione della nutrizionista Elisa Leoni e del cardiologo Alessandro Scalzini. Segue alle 19,30 l’aperitivo dell’olio. Sono inoltre attivi i banchi di street food per cene e merende in loco.

Da venerdì 2 e domenica 4 novembre alle ore 11 aprono le aree dedicate ai prodotti transfrontalieri del progetto “Food&Wine Market Place” e alla mostra mercato dei prodotti agricoli locali (presso l’area feste L’Oliveta e piazza Carducci), con l’esposizione degli oli del territorio (Villa Pertusati); dalle 12 è aperta anche la mostra fotografica “La Toscana degli olivi”.

Il pomeriggio di venerdì 2 novembre si svolge il forum “Le varie tipicità di olio in Italia e in Europa – lo sviluppo sostenibile è realtà” (ore 18, Villa Pertusati) con i rappresentanti del progetto “Food&Wine Market Place”, segue l’aperitivo dell’olio alle 19,30 e alle 20 la cena a tema “L’olio bòno del Bini” (area feste L’Oliveta) o la possibilità  di cenare con le specialità proposte dallo street food.

Sabato 3 nel pomeriggio inizia “La giostra dell’olio” (Villa Pertusati), il campionato del mondo di bruschetta, che prevede un concorso speciale per la valorizzazione dei prodotti locali e dei partner transfrontalieri. Dalle ore 15 ci si può iscrivere (inviando una e.mail a verdeorotoscana@gmail.com o telefonando al 347 1673265) e si devono consegnare le bruschette dalle 15 alle 16 del giorno stesso. Possono partecipare cuochi professionisti, ristoratori o semplici cittadini purché dichiarino in un’apposita scheda la provenienza dei prodotti usati. Le bruschette in gara vengono poi presentate alla giuria, che procede all’esame; alle 18 c’è il momento clou della premiazione condotto dal giornalista radiotelevisivo Federico Quaranta. Si prosegue con l’aperitivo dell’olio (ore 19,30) e con la cena tematica “Pane e olio del Salvadori” (ore 20, area feste L’Oliveta), per finire con il suggestivo concerto de “Il coro dei minatori di Santa Fiora”.

Domenica 4 alle ore 15 (presso il campo sportivo area Il Vignone) si può vedere “Il borgo dal cielo”, effettuando un volo panoramico in mongolfiera. Dalle 18 il borgo si anima con la musica itinerante della Zastava Orkestar che fa incursione tra le vie del paese, mentre alle 19,30 si può gustare l’aperitivo dell’olio (Villa Pertusati) e alle 20 ci si sposta all’area feste L’Oliveta per la cena a tema “L’olio del frantoio “Il Casone” – Vada”. La Zastava Orkestar accompagna il pubblico con le sue note gitane fino alle 21, quando si svolge la premiazione de “Il palio dei frantoi”.

“Quest’anno abbiamo scelto di localizzare Verde Oro nella piazza centrale  di  Rosignano Marittimo e in tutta la zona che comprende l’area feste L’Oliveta fino a Villa Pertusati, dove il nuovo Museo di Storia Naturale sarà aperto per contribuire a far conoscere meglio il nostro territorio con le sue bellissime collezioni, che vi incanteranno certamente – afferma l’assessora alla cultura, turismo e commercio Licia Montagnani – Confido in una attiva partecipazione delle aziende agricole del nostro territorio  e dei comuni vicini nell’ottica di promuovere sempre più il nostro olio ed i nostri prodotti agricoli, frutto di lavoro faticoso e di grande passione, e simbolo della nostra terra. Ci saranno aziende locali ed ospiteremo un mercato di street food di qualità e banchi di artigianato locali. Tutto a far cornice a un prodotto di eccellenza sempre più amato ed in evidenza a livello ormai anche internazionale come l’Olio Extravergine Toscano. Questa specialità fa grande la nostra agricoltura che, a mio avviso, deve essere sempre più sostenuta e promossa come elemento determinante non solo di salute ma di cultura e di turismo. Verde Oro si propone dunque di essere una vetrina ed un ringraziamento a chi, tra mille difficoltà, continua ad essere un presidio dei nostri paesaggi, del nostro buon cibo e della nostra storia contrapponendosi a cattive abitudini alimentari, contraffazioni ed abbandono di terreni che possono solo generare una gravissima perdita per tutti. Mi auguro che il meteo sia clemente ed invito tutti a partecipare in un ponte festivo che a Rosignano Marittimo offre un programma ricco ed attraente”.

Lascia un commento

+ 46 = 56