cosa-visitare-rosignano-marittimo-teatro-solvay

Un teatro lungo un secolo: il “Solvay” compie novant’anni e saluta (l’8 novembre) il ritorno della lirica con un pianoforte, un coro e un gruppo di solisti. Direzione artistica di Alessio Pizzech

Concerti e Lirica, Livorno

Giovedì 8 novembre 2018 a Rosignano Solvay si alza il sipario sul cartellone lirico del progetto “InOpera”. La serata di apertura con “Va’ pensiero” è dedicata ai novant’anni del Teatro Solvay, inaugurato nel 1928 e per decenni al centro della vita culturale del territorio. La sala costruita dalla Società Solvay e oggi del Comune di Rosignano Marittimo è stata lo specchio dell’identità culturale della comunità, per questo l’amministrazione vuole incentivare la partecipazione del pubblico, in particolare dei giovani, alle attività del teatro.

teatro_pronto_400
Il teatro nel 1928, pronto per l’inaugurazione

“InOpera”, con la direzione artistica di Alessio Pizzech e la collaborazione della Fondazione Armunia, riannoda i fili del tessuto culturale e sociale della comunità coinvolgendo professionisti della lirica, le scuole del territorio – insegnanti e alunni degli istituti dall’infanzia alle superiori – le associazioni storiche che portano avanti il canto e la musica – Schola Cantorum, associazione musicale “Bacchelli”, Filarmonica Solvay, Università Popolare – e le imprese locali, che supportano il progetto affiancando i main sponsor del progetto, la Società Solvay e il Porto Marina Cala de’ Medici. Il progetto si vale della collaborazione dell’Associazione Lirica Concertistica Italiana, che per la prima volta opera in Toscana. AsLiCo da anni è impegnata nella divulgazione della lirica con Opera Education, una piattaforma di educazione musicale che spiega la lirica a bambini e ragazzi da 0 a 18 anni, progettando percorsi didattici per le scuole e coinvolgendo i giovani in spettacoli lirici, adattati a diverse fasce d’età.

solvaySOLVAY

Il programma – che inizia giovedì 8 novembre e termina il 7 dicembre 2018 – prevede due spettacoli in edizione serale e due matineé per le scuole. Viene inoltre allestita nella sala una sezione visiva con materiali d’archivio e foto d’epoca relativi alla tradizione operistica a Rosignano.

La serata inaugurale propone alle ore 21 “Va’ pensiero. Un teatro lungo un secolo. Gran spettacolo lirico”, ideato e condotto da Guido Barbieri, giornalista di Rai Radio 3, e Alessio Pizzech. Nell’occasione vengono ricostruiti i novant’anni di storia del Teatro Solvay dalle origini fino ai nostri giorni. Un pianoforte, un coro e un gruppo di solisti fanno riascoltare i frammenti delle opere allestite al teatro dalla fondazione ad oggi. Dirige il Maestro Nicolò Jacopo Suppa, gli interpreti sono: Raffaella Angeletti (soprano), Giusepppe Di Stefano (tenore), Michele Pierleoni, Alessadro Marinello, Niccolò Casi (baritoni), Laura Pasqualetti (pianoforte). Intervengono Diego Terreni (Maestro del Coro), Mirco Pierini (Maestro della Banda), Federica Pulizia (Maestro del Coro dei bambini), Carlo Andrea Berti e Vania Franchi (Maestri del gruppo orchestrale dell’Associazione Musicale Bacchelli). Partecipano le classi quarte e quinte del 2° Circolo Didattico di Rosignano Marittimo. Collaborazione ai video di Andrea Gattini.

 

 

“Sono contenta che si celebra la lirica in questo inizio d’autunno, che porterà grandi spettacoli al Teatro Solvay – afferma l’assessora alla cultura Licia Montagnani – nella serata di giovedì il teatro diventa uno scrigno della storia della comunità, perché racconta ciò che la sala ha rappresentato per generazioni di persone che qui sono cresciute e hanno formato la propria identità, ma scrive anche il nostro futuro grazie al coinvolgimento di centinaia di alunni e giovani che partecipano al programma e alle matinée”.

  • Il 24 novembre ore 21 viene allestita “La Traviata” in ricordo dell’opera che inaugurò il Teatro Solvay nel maggio 1928, mentre il 23 novembre e il 7 dicembre vanno in scena in matinée per le scuole “Carmen. La stella del Circo di Siviglia” e “Carmencita”.

I biglietti degli spettacoli in serale costano 15 euro per i primi posti (13 ridotti) e 12 per i secondi posti (ridotti 10 euro). Le riduzioni sono previste per under 26, over 65, Gruppo filarmonico Solvay, Schola Cantorum, Scuola Musicale Bacchelli, Università Popolare. Prevendite presso il Teatro Solvay il giorno prima (ore 18-20) e il giorno stesso degli spettacoli (ore 17-21).

Lascia un commento

+ 72 = 82