Foto Torano Notte Giorno

“Torano notte e giorno”, pubblicato il bando 2018. Gli artisti dovranno presentare solo opere realizzare con il marmo delle cave apro-versiliesi

Arte, Massa-Carrara

Torano riscopre il marmo delle sue cave. Pubblicato il bando per partecipare all’edizione numero venti rivolto agli artisti italiani e stranieri. La rassegna d’arte contemporanea promossa dal Comitato Pro Torano per la direzione artistica di Emma Castè è in programma dal 26 luglio al 13 agosto 2018 nel piccolo paese degli artisti diventato simbolo nazionale della lotta al femminicidio. E torna alle origini nell’anno della ventesima edizione ritrovando la sua ispirazione primitiva nel marmo estratto dalle cave dei bacini apuo-versiliesi e nella sua interpretazione degli artisti. Il celebre borgo di Carrara, a due passi dalle bianche cave dove Michelangelo Buonarroti sceglieva le pietre per realizzare la storia, è pronto a fare un lungo balzo indietro fino alle origini della sua genesi.

Gli artisti infatti dovranno presentare alla commissione, condizione indispensabile per esporre nel borgo ed entrare a far parte del circuito d’arte temporaneo ospitato tra piazzette, stradine, cantine ed intimi spazi pubblici, opere ed installazioni realizzate lavorando il marmo estratto nei bacini delle cave apuo-versiliesi. E’ questo il vincolo rispetto alle precedenti edizioni che hanno visto protagoniste, nel borgo, opere ed installazioni, create con ogni tipologia di tecnica e materiale. Saranno escluse le opere frutto della lavorazione di marmi diversi da quelli dei bacini locali.

“Per la ventesima edizione, insieme al comitato e ai famigliari di Franco Borghetti, a cui è intitolato il premio – spiega Emma Castè, direttore artistico della rassegna che ha avuto il merito di rilanciare su scala nazionale l’appuntamento toranese – abbiamo deciso di tornare a valorizzare come esclusiva forma di arte e design il nostro marmo consapevoli dell’importanza di tornare a legare e vincolare l’espressione artistica alla materia per noi più preziosa. Il marmo appunto. La rassegna non rinnega certo il suo percorso, che in questi ultimi anni è stato di grande crescita da ogni punto di vista, ma per questa speciale edizione, era più forte la volontà di ridare protagonismo alla materia per eccellenza. Torano, in questo senso, – spiega ancora la Castè – è stata una rassegna pioniera, la prima a credere nella valorizzazione del marmo sotto ogni forma e linguaggio. Sono sicura che la partecipazione al premio, e quindi alla rassegna, sarà notevole”.

Ma vediamo nei dettagli i punti del bando. Per partecipare al premio, che mette in palio un montepremi di mille euro, gli artisti devono esporre solo opere realizzate in marmo bianco o lapideo prelevato dalle cave apuo-versiliesi. Il numero delle opere proposte potrà essere libero. Le domande, con relativo progetto, devono essere presentate con relativa documentazione (breve relazione, titolo, foto del bozzetto o dell’opera, breve curriculae dell’artista) entro le ore 12.00 del 30 maggio 2018 via mail scrivendo a toranogiornoenotte@virgilio.it o all’indirizzo postale Associazione Comitato Pro Torano, via Adua, 3, Carrara riportando l’oggetto “Torano Notte e Giorno 2018”. Per informazioni è possibile rivolgersi al sito www.toranonottegiorno.it oppure alla pagina ufficiale Facebook

Lascia un commento

9 + 1 =