FullSizeRender (5)

Pizza Convivium a Cecina Mare: ecco i vincitori del contest con la mistery box. Primo posto per Federico Fratelli (La Rotta dello Zodiaco), poi Andrea Nolfo (Pizza in piazza) e Jonathan Favilli (Disapore La Pietra)

In cantina e in cucina

La pioggia non ha fermato la prima edizione di “Pizza Convivium”, il grande evento dedicato al mondo della pizza napoletana che si conclude domenica sera 7 ottobre 2018  a Cecina Mare. In tre giorni la manifestazione organizzata dal Comune e coordinata da Gabriele Dani (presidente dell’associazione Pizza di Charme e patron del Disapore Pizza Gourmet) ha visto transitare oltre un migliaio di persone, arrivate per assistere ai corsi, ai laboratori e ai cooking show che hanno visto protagonisti il panuozzo di Gragnano (con Luca D’Auria), la pizza fritta (con Giovanni Santarpia, 3 spicchi del Gambero Rosso e 50 Top Pizza), la pala in pizzeria (con Mario Cipriano de Il Vecchio e il Mare di Firenze, 3 spicchi del Gambero Rosso e 50 Top Pizza), la pizza da chef (con lo chef emergente Simone Acquarelli del Frantoio di Montescudaio e Gabriele Dani, presente nelle guide Gambero Rosso e 50 Top Pizza) e persino la pinsa romana.

Momento cruciale di Pizza Convivium è stato il primo trofeo “L’Omino di ferro”, competizione riservata ai professionisti chiamati a preparare una pizza sotto gli occhi del pubblico, partendo da una “mistery box” con gli ingredienti che il pizzaiolo ha scoperto sul momento. A vincere è stato Federico Fratelli (“La rotta dello zodiaco” a Cecina Mare), seguito da Andrea Nolfo (“Pizza in piazza a Fauglia) e Jonathan Favilli (“Disapore La Pietra” di Cecina). A premiare i vincitori della gara sono stati il sindaco Samuele Lippi, l’assessore al turismo Antonio Giuseppe Costantino, il delegato allo sport Mauro Niccolini e lo stesso Gabriele Dani, che hanno anche consegnato i riconoscimenti speciali a Giuseppe Riggio (“Mina’s Pub” di Cecina) per la miglior valorizzazione dei prodotti “Mediterranea Belfiore”, ad Alessio Pagliuca (“Forapaglia” di Montescudaio) per il miglior abbinamento con i prodotti “MaScialai” e a Francesco Buonocore (“Acquapazza” di Cecina Mare) per il miglior impasto senza glutine.

“Abbiamo chiamato ‘Convivium’ questo evento – spiegano gli organizzatori – perché pensiamo che la pizza sia un modo per stare insieme felici mangiando qualcosa che ci indentifichi nel mondo per la sua eccellenza”.

#pizzaconvivium

 

Lascia un commento

55 + = 62