Notti-dell-Archeologia-a-luglio-eventi-in-tutta-la-Toscana_articleimage

NOTTI DELL’ARCHEOLOGIA. Tanti eventi e curiosità in giro per la Toscana, seguendo il filo degli “Eroi e miti dell’antichità”

Arte

Fino al 31 luglio 2018 tornano le Notti dell’archeologia, un appuntamento molto atteso da un vasto pubblico di appassionati e non solo: aperture straordinarie serali e notturne, eventi dedicati nei musei, aree e parchi archeologici della Toscana. Vastissimo il programma degli eventi: cliccandosi può avere visione di tutto il calendario in Toscana, territorio per territorio, con gli appuntamenti fino al 31 luglio 2018 (nella foto in basso a destra la Chimera di Arezzo, conservata nel Museo archeologico nazionale di Firenze: si tratta di un reperto-simbolo di origine etrusca).

chimera

Questa diciottesima edizione – si legge sul sito della Regione Toscana – ha come filo conduttore “Eroi e miti dell’antichità”, la figura dell’eroe che incarna i valori fondanti di una cultura e ne rappresentano l’ideale di comportamento, nella testimonianza delle virtù più significative e simboliche, popolando così le rappresentazioni delle culture dell’antichità nell’arte, nella letteratura, nel teatro, nella religione, nella vita civile e quotidiana. La sfida è sicuramente quella di allargare l’interesse su questi temi, infatti il ricco programma è rivolto ad un pubblico di tutte le età, e gli orari di svolgimento saranno diversificati per andare incontro alle varie esigenze, comprendendo anche occasioni dedicate al pubblico dei diversamente abili. A seguire un piccolo assaggio degli eventi in Toscana.

ARTIMINO: IL MUSEO, GLI ETRUSCHI, LA SIMBOLOGIA DEL CIELO

Tanti eventi nel segno di “Eroi e miti dell’antichità”, il tema scelto per l’edizione 2018 delle Notti dell’Archeologia alle quali il Museo di Artimino e il Comune di Carmignano partecipano con un cartellone di appuntamenti che prendono ha preso il via il 3 luglio. Aperture straordinarie in notturna, attività per famiglie, visite guidate, escursioni, performance e animazioni, per un pubblico di grandi e piccoli, con al centro approfondimenti e scoperte legate il mondo degli etruschi, sono le molteplici proposte che puntano a valorizzare il patrimonio archeologico carmignanese. Fino al 29 luglio inoltre il Museo promuove la mostra temporanea “Trame d’antico” un viaggio nell’arte tessile etrusca con esposizione di strumenti e oggetti utilizzati per filare rinvenuti come corredo di sepolture femminili. In esposizione sono presenti eccezionalmente alcuni manufatti in prestito dal Polo Museale della Toscana e il Museo Archeologico Nazionale di Firenze, mentre l’allestimento è promosso all’interno del progetto di rete Ti porto al Museo.
Le notti dell’archeologia 2018 – Le iniziative proseguono sabato 7 luglio dalle 19 con una serata veramente speciale con una visita guidata al Museo seguita da una gustosa apericena a buffet accompagnato dalla musica eseguita dal vivo dal duo Blue Fingers (su prenotazione fino ad esaurimento posti a 055 8718124; parcoarcheologico@comune.carmignano.po.it); domenica 8 luglio ancora un appuntamento per famiglie con La tela di Uni un laboratorio didattico per scoprire la tessitura in epoca etrusca e sperimentare l’uso di un telaio verticale. Spazio alle stelle e alla volta celeste con Gli Etruschi e i segni del cielo sabato 14 luglio con un viaggio fra i reperti legati alla simbologia del cielo, al culto religioso e all’astronomia che si conclude l’osservazione delle stelle. Come di consueto torna anche quest’anno Pietramarina sotto le stelle (giovedì 26 luglio) con l’apertura straordinaria dell’area archeologica per una visita guidata, alle 20 aperitivo e un concerto di musica classica a chiudere la serata. Appuntamento per i più piccoli sabato 21 luglio con una divertente indagine investigativa svolta in notturna al Museo, infine, a chiudere il lungo mese di attività, sabato 28 luglio ore 18,30 visita guidata e un fresco aperitivo da sorseggiare in tutta tranquillità immersi nello splendido scenario del Museo archeologico di Artimino.
Per informazioni e prenotazioni telefono 055 8718124 o parcoarcheologico@comune.carmignano.po.it, il programma completo è consultabile su www.parcoarcheologicocarmignano.it/news o www.comune.carmignano.po.it

FIRENZE, MUSEI DEL BARGELLO 

Durante il mese di luglio in agenda ai Musei del Bargello di Firenze anche il classico appuntamento con Le notti dell’Archeologia: il 9 luglio alle ore 18 al Bargello il dott. Marino Marini, archeologo del museo, guiderà i visitatori in un percorso intorno al tema Eroi e miti nelle maioliche del Bargello, mentre il 15 luglio appuntamento al Museo di Palazzo Davanzati dove, alle ore 17.30, si parlerà di Eroi e divinità negli arredi di Palazzo Davanzati, guidati dal dott. Daniele Rapino e dalla dottoressa Benedetta Matucci, storici dell’arte del museo.

LIVORNO,  MUSEO DI STORIA NATURALE DEL MEDITERRANEO

Sabato 7 luglio, al Museo di Storia Naturale di Villa Henderson a Livorno (via Roma) è in programma una conferenza di Giuseppe Fraccalvieri dal titolo “Il mostro e l’eroe: un legame indissolubile?”
All’iniziativa, realizzata nell’ambito delle “Notti dell’Archeologia”, seguirà una cena al barbecue, allestita nel Parco dei Platani, e il concerto della Banda della Città di Livorno che proporrà un repertorio swing e brani tratti dalle più celebri colonne sonore cinematografiche.
L’evento è organizzato dal Museo in collaborazione con l’associazione Amici del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, la Banda città di Livorno e il Sistema dei musei e parchi della Provincia di Livorno.
La conferenza propone una riflessione sulla figura dell’eroe, delle sue imprese e delle sue paure a partire dall’analisi del suo rapporto con il Mostro, in questo caso la Medusa, i cui paralleli iconografici sono presenti presso le civiltà dei diversi continenti. Un vocabolario simbolico, funzionale e mitologico, che secondo Fraccalvieri è condiviso dalle diverse civiltà, dal quale emerge il confronto fra le varie figure che caratterizzano una particoalre pagina della storia umana.
Info e prenotazioni
La conferenza è a ingresso libero. Il costo della cena più concerto è di 17 euro, mentre il biglietto per il solo concerto è di 5 euro.
Cena: prenotazione obbligatoria 0586 266711-34 musmed@provincia.livorno.it

LIVORNO, IL MUSEO DELLA CITTÀ 

Anche il nuovo Museo della Città di Livorno, collocato nel Polo Culturale dei Bottini dell’Olio nel cuore de La Venezia, aderisce all’iniziativa delle Notti dell’Archeologia, proponendo un ricco programma di eventi che valorizzerà la preziosa collezione archeologica presente nel museo. Il calendario è realizzato con la collaborazione delle Coop Itinera e Agave.
Si parte la sera di sabato 7 luglio, quando a Livorno ci sarà tra l’altro anche Notte Bianca e il Museo della Città effettuerà orario continuato fino alle ore 23 con ingresso a biglietto ridotto ( €3,50 esclusa sezione arte contemporanea). Ci saranno esecuzioni concertistiche e, nei sabato successivi (14, 21 e 28 luglio), brevi rappresentazioni teatrali, letture di poeti greci e latini , musiche ispirate all’archeologia e al ruolo degli eroi e delle antiche divinità .

Speciali iniziative sono rivolte anche ai bambini che nelle serate del 21 e 28 luglio (ore 21) avranno la possibilità di partecipare ai laboratori “Piccoli restauratori crescono: troviamo il pezzo mancante!”. Un archeologo esperto li condurrà in una divertente visita guidata presso la sezione archeologica e come veri archeologi-restauratori, dovranno cercare i pezzi di un vaso e ricomporlo integralmente.( per partecipare 3,50 euro a bambino; è obbligatoria la prenotazione al numero: 0586/824551 – il laboratorio richiede un minimo di 6 prenotazioni ed un massimo di 25).

Sabato 7 luglio
Liberamente tratto dalla collezione archeologica: TRA BALLATE POPOLARI E LA STORIA DI LIVORNO – orario spettacolo: 21.15
Esecuzione concertistica dal vivo di repertorio legato alla tradizione storica e popolare della nostra città con particolare riferimento all’archeologia e ad alcune parti delle collezioni civiche livornesi (si pensi a “La tirolese” in riferimento alla sezione risorgimentale). I partecipanti: Lorenzo Taccini; Carlo Peveri; Claudia Argenti; Giovanni Cavicchia; Matteo Mori; Elisabetta Mannini.

Sabato 14 luglio
DANZA, MUSICA E TEATRO NELL’ANTICHITA’- orario spettacolo: 21.15
Kermesse di brevi brani teatrali, interventi coreografici e musicali ispirati ai materiali esposti nella collezione archeologica del Museo.

Sabato 21 luglio
LETTURE E MUSICA ISPIRATE ALL’ARCHEOLOGIA – il ruolo degli eroi e delle antiche divinità . Orario spettacolo: repliche ogni 30 min a partire dalle ore 21.15 ( durata 20 min c.a.)
Selezione di letture da poeti greci e latini, testi di storia che trattano di società, usi e costumi degli antichi, con particolare riferimento a quanto esposto tra le collezioni civiche livornesi presso il Museo della Città; le letture saranno accompagnate da suggestioni musicali ispirate al contesto, eseguite da giovani talenti livornesi. In particolare si trarrà ispirazione dalle raffigurazioni sulle urne per trattare l’argomento.

Sabato 28 Luglio
LETTURE E MUSICA ISPIRATE ALL’ARCHEOLOGIA – la medicina antica: dal mito alla scienza. Orario spettacolo: repliche ogni 30 min a partire dalle ore 21.15 ( durata 20 min c.a.)
Selezione di letture da poeti greci e latini, testi di storia che trattano di società, usi e costumi degli antichi, con particolare riferimento a quanto esposto tra le collezioni civiche livornesi presso il Museo della Città; le letture saranno accompagnate da suggestioni musicali e danze ispirate al contesto, eseguite da giovani talenti livornesi. In particolare si trarrà ispirazione dalle raffigurazioni sulle urne (e dalla statua di Hygeia) per trattare l’argomento.

Ingresso:
biglietto ridotto per l’ingresso alla sola sezione delle Collezioni cittadine (dove si svolgono gli eventi) €3,50. Biglietto ridotto per la visita all’intero museo compresa la sezione arte contemporanea €6,00 .

Info:
museodellacitta@comune.livorno.it; 0586-824551

*****************

FIRENZE E NON SOLO

Una suggestiva visita alla Galleria degli Uffizi di sera, un pomeriggio sui barchetti originali dei Renaioli per ammirare Firenze dall’Arno e una gita fuori porta ad Artimino, tra le splendide testimonianze etrusche conservate al Museo Archeologico. Sono queste alcune iniziative di luglio firmate “Enjoy Firenze”, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana in compagnia di esperti e archeologi curato da Cooperativa Archeologia (programma completo su www.enjoyfirenze.it, ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it). Alcuni appuntamenti – in questo mese di luglio dedicato alle Notti dell’archeologa, sono a tema archeologico,

Tra gli appuntamenti del mese: una suggestiva visita serale alla Galleria degli Uffizi, una delle gallerie più famose al mondo per la ricchezza della sua collezione d’arte che conserva le maggiori opere dei più grandi artisti dal Medioevo al Rinascimento, da Cimabue e Giotto a Botticelli, Leonardo e Michelangelo, una notevole raccolta di statuaria classica e opere importanti di artisti stranieri (10/07). Un affascinante percorso, sui barchetti originali dei Renaioli per scoprire una Firenze inedita, quella nel tratto monumentale dell’Arno, da Ponte alle Grazie a Ponte S. Trinita raccontata dall’archeologo a bordo per conoscere la città da una prospettiva completamente nuova, per ammirare luoghi incredibili, visibili solo dall’acqua, e storie inaspettate legate al fiume (19/07). Un tuffo nell’arte contemporanea con la passeggiata verso il Forte di Belvedere, che in questo momento ospita la mostra “Gong”, un’imponente esposizione antologica dedicata a Eliseo Mattiacci, grande protagonista dell’arte contemporanea, artefice di sofisticate sperimentazioni in scultura, e inventore di nuove relazioni spaziali tra arte e natura, uomo e ambiente (24/07).

In occasione del 5° compleanno di Enjoy Firenze, Cooperativa Archeologia lancia una serie di proposte mensili a prezzo speciale: questo terzo appuntamento ci porterà alle Gualchiere di Remole, alla scoperta degli antichi mestieri in riva d’Arno. Le Gualchiere, un tempo utilizzate per il processo di follatura della lana, rappresentano una struttura unica e affascinante. Visibili solo dall’esterno, la loro storia ci verrà illustrata da Piero Gensini, un artista che proprio qui ha creato il suo studio e che è diventato il “custode” di questo luogo (26/07).

A chiudere gli appuntamenti del mese, in programma mercoledì 25 luglio un particolare itinerario dal nome “Firenze scomparsa: alla ricerca della città che non c’è più”. Quasi come in una caccia al tesoro, partendo dalla sezione “Tracce di Firenze”, all’interno del Museo di Palazzo Vecchio, che conserva dipinti, incisioni e disegni che documentano l’aspetto di Firenze nel corso dei secoli, percorreremo insieme a Enjoy le vie del centro storico scoprendo quanti cambiamenti ha subito il tessuto urbano, cosa troviamo oggi dove un tempo sorgevano edifici, chiese, piazze ora scomparsi.

Ad arricchire il cartellone due proposte fuori porta, entrambe domenica 15 luglio: la prima al Museo Archeologico di Artimino, che costituisce il fulcro di un territorio ricco di splendide testimonianze etrusche; la seconda all’antica città di Luni (La Spezia) con i laboratori e le visite guidate per bambini e adulti, in cui ogni mese viene proposto un laboratorio diverso: questa volta si tratterà di “Luni e i pellegrini”, per scoprire il viaggio lungo la via Francigena di reliquie e pellegrini medievali nella loro via per Roma (15/07).
Per ulteriori informazioni www.enjoyfirenze.it. Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it

Lascia un commento

+ 72 = 75