natafemmina

“Nata femmina”, il linguaggio della danza per dire no alle libertà violate. Appuntamento al teatro Cantiere Florida

Firenze, Teatro e Danza

Appuntamento con la danza venerdì 17 novembre 2017 al Teatro Cantiere Florida di Firenze. In scena – prima nazionale – la danza e lo spettacolo “Nata femmina”, ideazione regia e coreografia di Paola Vezzosi. Creato e danzato con Eleonora Chiocchini, Isabella Giustina, valeria Secchi, disegno luci di Luca Chelucci, costumi Arts in Progress di Romina Valentinia, foto di scena di Simone Falteri. produzione Adarte con il sostegno del Mibact e Regione Toscana; per le residenze Comune di Firenze / Associazione Mus.e Le Murate, Progetti arte contemporanea, Cango / Centrodi produzione sui linguaggi del corpo e della danza Firenze, VersiliaDanza, Teatro Cantiere Florida / Flow Residenze Creative Firenze. (Biglietti 15 euro, previste riduzioni. Inizio spettacolo ore 21).

“Il sorriso delle donne si spezza ogni giorno, in ogni luogo, ad ogni età, milioni di volte sotto il peso di usi e costumi di popoli “in via di sviluppo” ma anche sotto il peso di desideri sacrificati, di indoli addomesticate, a favore di interessi omologanti e arroganti di popoli “emancipati”. Ancora prima del femminicidio, della violenza domestica, delle spose bambine, si fa avanti la dimensione più ordinaria degli stereotipi, contro cui l’urlo non sa alzarsi altrettanto immediato – scrive Paola Vezzosi – L’idea di una femminilità “consona” alla “natura” di donna, anche quando non mi limita, mi confonde, e non sempre la colpa è di qualcuno altro. Quelle piccole lotte quotidiane per un’uguaglianza di valore sono da condurre talvolta anche contro me stessa. Quel NO alle libertà violate, laddove pronunciabile, non si accontenti, mantenga la sua forza istintiva anche davanti ad una possibilità negata, perché di questa negazione si nutrono i delitti”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

69 − = 64