san gaetano

Museo Estate 2018, dagli scavi di San Gaetano a Vada all’Archeologico di Rosignano Marittimo. Tanti eventi in programma, anche con l’Università di Pisa

Focus, Livorno

Entrano nel vivo sabato 14 luglio 2018 con l’open day agli scavi di San Gaetano (Vada) le iniziative di “Museo Estate 2018”, un calendario di attività culturali per adulti e ragazzi promosse a luglio e agosto dal Museo Archeologico e dai servizi culturali del Comune di Rosignano Marittimo.

Le attività sono state presentate dal Comune di Rosignano (sindaco Alessandro Franchi, responsabile dei servizi culturali Caterina Bellucci, direttrice del museo archeologico Edina Regoli), dall’Università di Pisa (professoressa Simonetta Menchelli e dottor Paolo Sangriso, responsabili dello scavo di San Gaetano), dalla cooperativa Archeodata (presidente Francesca Bulzomì) e Amici di M.A.R.C.O. (Riccardo Cantini).

Centrale è proprio la campagna di scavo – Summer School a San Gaetano di Vada, diretta dall’Università di Pisa che quest’anno completerà lo scavo dell’area aperta a lato di via del Porto. Qui, al di sotto del cimitero di età tardo-antica, è venuto alla luce un quartiere le cui strutture più antiche sono un forno per il pane e una piccola fonderia per metalli, cui si aggiunge più tardi un vasto complesso articolato intorno ad un cortile e, successivamente, alcune ulteriori stanze forse interpretabili come parte di un santuario.

Lo scavo sui terreni di proprietà di Ineos, Società Solvay e Inovyn, iniziato agli inizi di luglio, durerà fino alla fine del mese e sarà visitabile ogni giovedì dalle ore 17.30 con la guida degli archeologi.

Sabato 14 luglio a San Gaetano si svolge la seconda edizione dell’open day (ore 10-13 e 16-19,30; ritrovo ore 10 all’entrata del sito, ingesso libero), un’intera giornata per scoprire l’area e l’attività degli archeologi: cittadini e turisti possono approfondire la conoscenza del porto di Vada e delle attività che vi si svolgevano, attraverso una serie di stand tematici allestiti sul sito. Sono previste anche attività ludico-ricreative a tema per i bambini e adulti. Inoltre domenica 15 luglio alle ore 17 alla sede del museo a Palazzo Bombardieri vengono presentati al pubblico i primi risultati dello scavo di emergenza condotto in località Galafone, in occasione dei lavori di regimazione del tratto finale del fiume Fine. Qui l’attività di sorveglianza archeologica ha consentito di individuare e scavare (senza interruzione dei lavori) due interessanti siti produttivi: un impianto per la produzione (e la probabile commercializzazione via mare) del sale di età protostorica (X – VIII secolo avanti Cristo) e una fornace di anfore per il trasporto transmarino del vino di epoca romana (fine I secolo avanti Cristo – I secolo dopo Cristo). Per l’occasione la vetrina centrale del museo ospita una scelta dei materiali di scavo, attualmente in corso di studio, che troveranno poi collocazione nel percorso espositivo. Le due giornate si svolgono in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Pisa e Livorno, l’Università degli Studi di Pisa e la società cooperativa Archeodata.

Torna l’edizione annuale di “Giocamuseo”, attività didattico-ludico-ricreative per bambini, che quest’anno è dedicata ai giochi antichi e come si sono trasformati negli sport attuali. Nei nove appuntamenti del giovedì (ore 10-16, località Acquabona) i più piccoli andranno alla riscoperta delle origini, dei valori e del piacere delle competizioni sportive. L’anno dei mondiali di calcio è infatti l’occasione per ricordare come da sempre il gioco e lo sport hanno unito popoli e persone, portando all’integrazione fra culture diverse.
Le attività di divulgazione scientifica per adulti si incentrano invece sull’archeologia in tutti i sensi, un approccio inusuale al mondo antico che passa attraverso l’uso non solo della vista, ma degli altri sensi appunto: udito, olfatto, tatto e gusto. Quattro appuntamenti si svolgeranno dal 24 luglio alle ore 17,30 (poi il 13, il 21 e il 28 agosto) al Museo archeologico di Rosignano Marittimo e al Museo archeologico nazionale di Castiglioncello, nonché nel nuovo complesso di Villa Pertusati. Viene proposto l’ascolto dei suoni dell’antichità riprodotti con strumenti filologici creati da Francesco Landucci, la visione delle stelle cadenti in occasione della notte di San Lorenzo, considerando la loro diversa interpretazione tra l’antichità ed oggi tra aromi e profumi, infine una visita ‘bendata’ al museo, in cui il pubblico sarà guidato solo dal tatto.

Infine dal 13 luglio ogni venerdì ore 19,30 si svolgono al fresco del Castello di Rosignano Marittimo quattro appuntamenti con la musica d’autore in compagnia di un aperitivo, per rendere più appetibile e gradevole una visita a Palazzo Bombardieri (in collaborazione con Caffè Chiarugi).

Lascia un commento

9 + 1 =