festival montaione

A Montaione e Castelfalfi il Festival della Musica Suonata tra blues, folk, afro e swing

Firenze, Musica

È giunto alla nona edizione il Festival della Musica Suonata di Montaione (Firenze) , la rassegna musicale ideata e organizzata dal musicista montaionese Stefano Montagnani con l’amministrazione comunale, ormai uno degli eventi di punta del fitto cartellone dell’Estate Montaionese. L’edizione 2017 prevede cinque concerti, tutti a ingresso libero, di grande interesse culturale e di alto profilo qualitativo.

Si comincia l’8 agosto in piazza Branchi con i Betta Blues Society, che propongono un mix di blues delle origini e di brani originali suonati con sola strumentazione acustica tipica del genere (dobro, ukulele, contrabbasso, percussioni). Sotto la guida della grintosa frontwoman Elisabetta Maulo, i loro live si distinguono per la grande vitalità e per il coinvolgimento del pubblico. Grande importanza viene data al feeling tra i musicisti e alle armonie vocali, sulla falsariga degli arrangiamenti delle grandi donne del blues come Sister Rosetta Tharpe, Bessie Smith e Ma Rainey.FMS_Programma_Locandina

Il concerto del 13 agosto avrà luogo invece nel borgo di Castelfalfi, dove si esibirà il gruppo Inchanto. Il gruppo ha elaborato una propria musica che affonda le radici sia nel rinascimento italiano sia nel folk (irlandese, bretone, occitano) regalando atmosfere in costante equilibrio tra antico e moderno, colto e popolare in un’“alchimia sonora” filtrata attraverso una sensibilità mediterranea, in cui giocano un ruolo fondamentale i testi composti in varie lingue e l’uso di tantissimi strumenti molto particolari.

Il 15 agosto suoneranno in piazza della Repubblica i Forrò Mior, uno dei gruppi più apprezzati nel genere del forrò, con una fresca originalità musicale e sonorità jazzy, afro-latine e tipiche del forrò pé-de-serra, danza popolare del nord-est del Brasile. Con un approccio fedele alle tradizioni ma al contempo aperto alle contaminazioni, l’ensemble dà vita a una vivissima espressività, sempre aperta all’improvvisazione e all’interazione con il pubblico. I Forrò Mior suonano con successo nei festival e nei club di tutta Europa.

Si prosegue il 22 agosto in piazza Branchi con il Trio Pour Parler, ensemble di nuova costituzione ma che riunisce musicisti che si frequentano da qualche tempo. Lo spettacolo condurrà l’ascoltatore in un caleidoscopico viaggio attraverso molteplici generi e stili musicali: swing, musette, tango, jazz, bossa e latin, melodia italiana. Il trio propone una rilettura inedita e originale di grandi classici riproposti con unitarietà di stile e linguaggio, per una musica piacevole e ricca di energia.

Il concerto conclusivo del festival sarà il 27 agosto sul sagrato della Chiesa del convento di San Vivaldo, con il Muziki Trio, costituito da nomi eccellenti della scena musicale toscana e nazionale (il pianista-compositore Franco Santarnecchi è da molti anni al fianco di Jovanotti). Grazie alla libera improvvisazione e all’uso di timbriche e colori musicali diversi, il gruppo esplora temi originali di propria composizione e frammenti di standard del jazz e della popular music, evocando ambientazioni diverse mediante l’uso di strumenti sia acustici che elettronici. Momenti onirici, spazi evocativi, tappeti sonori e ipnotici renderanno la performance musicale un autentico viaggio musicale dove tutto può accadere. Tutti i concerti sono a ingresso libero. www.comune.montaione.fi.itpagina facebook 

Articoli Correlati

Lascia un commento