FullSizeRender-15

Lezione-concerto a Stintino con Pietro Scalvini (viola) al Museo della Tonnara. Sabato 21 luglio gran finale di Classica e Jazz

Fuori Toscana

La musica classica torna a Stintino lunedì 16 luglio 2018 con la prima lezione-concerto dei seminari in corso di svolgimento nel borgo marinaro. Il docente della masterclass di Musica d’insieme per archi, Pietro Scalvini (foto sopra il titolo), già prima viola con numerose formazioni, sarà protagonista insieme ad Alessandro Puggioni e Alessio Manca (violini), Gioele Lumbau (viola), Francesco Abis e Luca Carta Mantiglia (violoncelli) e Annamaria Carroni (flauto).

Il programma della serata, dalle 21 al Museo della Tonnara – che ha già ospitato il saggio finale di StintinOpera – comprende musiche di Lidl (Duetto per violino e viola, op.3 n.1), Stamitz (Duetto I per 2 viole), Mozart (Quartetto per flauto e archi in Do magg. KV 285b) e Brahms (Sestetto per archi op. 18). L’ingresso è libero e aperto a tutti

Nel frattempo sono iniziati anche i corsi di StintinoJazz, con Roberto Spadoni per la Big band e Bruno Tommaso per i gruppi già formati. Le lezioni si concluderanno sabato 21 luglio 2018 con i concerti finali di Classica al mattino, nella parrocchia dell’Immacolata Concezione e, in serata, del corso di Jazz in largo Cala d’Oliva. Stintino Jazz&Classica è un ciclo di seminari organizzati dall’Associazione Culturale LABohème in collaborazione con il Comune di Stintino e giunti quest’anno alla quinta edizione.

Lascia un commento

6 + 3 =