trovatore

Incontro-aperitivo al Teatro Verdi di Pisa in attesa del Trovatore (che sarà in scena il 10 e 12 novembre)

Concerti e Lirica, Pisa

Ormai le stagioni liriche invernali stanno entrando nel vivo. Anche al Teatro Verdi di Pisa dove il prossimo appuntamento (10 e 12 novembre 2017) andrà in scena “Il Trovatore” di Giuseppe Verdi. Così “In attesa de Il trovatore” è la presentazione-aperitivo con Stefano Vizioli, direttore artistico del Verdi e regista, e Alberto Batisti musicologo, Ingresso libero. L’appuntamento è per sabato 4 novembre 2017 alle ore 11 nel foyer del teatro pisano. L’aperitivo conclusivo dell’evento è offerto dalla FondazioneTeatro di Pisa.teatroverdi

Ma veniamo a “Il Trovatore” : prima rappresentazione venerdì 10 novembre 2017 ore 20.30, replica domenica 12 novembre 2017 ore 15.30.

L’opera, dramma in quattro parti su libretto di Salvatore Cammarano dal dramma El trovador di Antonio Garcia Gutierrez, vedrà andare in scena il seguente cast: Il Conte di Luna / Sergio Bologna; Leonora / Vittoria Yeo; Azucena / Silvia Beltrami; Manrico / Leonardo Gramigna; Ferrando / Francesco Milanese; Ines / Simona Di Capua; Ruiz / Simone Di Giulio. Direttore Andrea Battistoni, regia Stefano Vizioli, scene e costumi Alessandro Ciammarughi, luci Franco Marri, aiuto regia Lorenzo Nencioni.

Orchestra dell’Opera Italiana, Coro Claudio Merulo di Reggio Emilia, Maestro del Coro Martino Faggiani. Allestimento della Fondazione Teatro Verdi di Trieste
coproduzione I Teatri Reggio Emilia, Teatro “Luciano Pavarotti” di Modena, Teatro di Pisa.verdigiuseppe

“Il Trovatore conclude la parabola giovanile di Giuseppe Verdi. Racchiude – spiega la scheda – romanticismo, mistero e poeticissimo delirio, una sintesi di elementi drammatici perfetta e molto moderna, ed una musica dal respiro e dalla forza dinamica immensi. Il capolavoro più visionario del geniale compositore viene ora riproposto nell’allestimento del Teatro Verdi di Trieste, dove la regia di Vizioli, come annotò al debutto OperaClick, «punta sul lato notturno dell’opera, immergendo la tetra vicenda in un’atmosfera onirica, sognante e allo stesso tempo concreta nel rappresentare le tragiche solitudini dei personaggi”.
L’ultima rappresentazione de “Il Trovatore” a Pisa risale alla stagione Lirica 2010/11.

Articoli Correlati

Lascia un commento

3 + 3 =