Rocca_Museum

Il vino oggi e al tempo degli Etruschi: alla Rocca di Frassinello inaugurazione del nuovo percorso museale. Poi degustazioni e visite guidate

Grosseto, In cantina e in cucina

Il vino oggi e al tempo degli Etruschi. Sarà questo il fil rouge della giornata di giovedì 1° novembre 2018 durante la quale verrà inaugurato il percorso espositivo definitivo del nuovo Centro di Documentazione Etrusco Rocca di Frassinello, uno dei primi musei privati d’Italia entrato da poco a far parte della Rete dei Musei di Maremma. Rocca di Frassinello, oltre ad essere polo d’eccellenza del vino riconosciuto a livello mondiale, come attestano i recenti premi ricevuti dai suoi Grand Cru, Baffonero e Rocca di Frassinello, si presenta sempre più come polo culturale nel segno delle prestigiose collaborazioni (con architetti come Renzo Piano e Italo Rota) e progetti avviati in questi anni.

Rocca_Frassinello
La Rocca di Frassinello e le vigne. Sopra il titolo: un’immagine dell’area museale dedicata agli Etruschi

“Il recupero dell’area archeologica di Rocca di Frassinello – dice Paolo Panerai, presidente di Rocca di Frassinello – e la realizzazione di una mostra esperienziale negli spazi della cantina, sono frutto di una virtuosa collaborazione tra pubblico e privato: tra la Soprintendenza Archeologia della Toscana, l’Università di Firenze e noi. Innovativa e stimolante è la filosofia che ha ispirato Italo Rota nell’allestimento della mostra-museo che oggi si arricchisce di nuovi importanti reperti e di una sala che riproduce gli ambienti dove si tenevano i simposi etruschi. Una civiltà evoluta che già 3 mila anni fa, proprio su questi terreni, coltivava la vite a dimostrazione che qui è stato possibile fare grandi vini da sempre”.

Prima del taglio del nastro, a partire dalle 10.30, si parlerà degli Etruschi, grande popolo di viticoltori, e il professor Luca Cappuccini, etruscologo dell’Università di Firenze che guida gli scavi nella Necropoli di San Germano situata all’interno della proprietà, presenterà le ultime scoperte che riguardano le testimonianze di un centro abitato etrusco rinvenuto nell’area.

A parlare dello stretto legame tra Etruschi e viticoltura sarà, invece, Patrizia Passerini, autrice del libro Andare per vini e vitigni (edizioni Il Mulino), mentre il musicista Stefano Cantini ci condurrà per mano alla scoperta delle melodie e degli strumenti musicali utilizzati, secondo alcuni reperti, dagli Etruschi per allietare i simposi.

Dopo l’inaugurazione del Centro di Documentazione, il vino diventerà protagonista assoluto con una degustazione della gamma completa di Rocca di Frassinello, inclusa l’edizione limitata del Rocca di Frassinello Etrusco.

Alle 15:30, appuntamento a Rocca di Frassinello con Terre Etrusche, iniziativa aperta al pubblico organizzata con il supporto del Parco Nazionale delle Colline Metallifere e il Comune di Gavorrano, che prevede la visita alla Necropoli di San Germano guidata dal Prof. Luca Cappuccini, la visita al nuovo Centro di Documentazione Etrusco e il tour della cantina con degustazione dei vini.

Info e prenotazioni: visite@roccadifrassinello.it, tel 0566 88400, 3347986603, 347986603 visit@parcocollinemetallifere.it

Lascia un commento

8 + 1 =