unnamed-94

#dicembreconzeffirelli: un hashtag per tutti gli eventi di dicembre. Dall’Inferno a “Romeo e Giulietta” fino a “Carmen” e “Cavalleria”. Ma anche il nuovo progetto con le Fondazioni Pavarotti e Tebaldi

Da non perdere, Firenze

#dicembreconzeffirelli

Quello appena iniziato sarà per la Fondazione Franco Zeffirelli un dicembre particolarmente ricco di appuntamenti, distribuiti in un programma disegnato dal direttore artistico Francesco Ermini Polacci. Sono così previsti vari appuntamenti che vanno dai “pacchetti” che prevedono la proiezione di un film (o di altri materiali video) e la visita esclusiva all’archivio dei documenti mai visti relativi a quell’opera, fino all’anniversario di Leonard Bernstein e all’immancabile “Concerto di Natale” nella sontuosa Sala della Musica del complesso di San Firenze. Di seguito uno schematico cartellone degli eventi, (www.fondazionefrancozeffirelli.com). Da segnalare che, oltre che nei modi tradizionali, ogni evento sarà prenotabile anche tramite apposito form sul sito www.fondazionefrancozeffirelli.com (presente nella pagina di ogni singolo evento) e che l’hashtag che sarà utilizzato per le comunicazioni via social network sarà: #dicembreconzeffirelli.

Acting Dante’s Inferno

Giovedì 6 dicembre 2018, alle ore 17, nella Sala Inferno del Museo Zeffirelli si esibiranno gli studenti del corso “Acting Dante’s Inferno” promosso dall’Istituto Lorenzo de’ Medici e dal Centro Internazionale per le Arti dello Spettacolo della Fondazione Franco Zeffirelli. Il professor Pietro Bartolini e i suoi studenti internazionali reciteranno in italiano, per tutti i presenti al Museo, alcune terzine dell’Inferno dantesco. Allo spettacolo si può assistere liberamente poiché è compreso nel prezzo del biglietto ingresso al museo. Per info e prenotazioni si può scrivere a ticket@fondazionefrancozeffirelli.com oppure si può telefonare (ore 10-17, dal martedì alla domenica) al numero 055.2658435.

L’archivio mai visto: i 40 anni della Carmen di Vienna

Nell’ambito de “L’Archivio mai visto: Carmen”, venerdì 14 dicembre 2018 alle 17.30 si terrà il percorso guidato attraverso i materiali documentari dell’allestimento di Carmen di Bizet presentato a Vienna nel 1978 (regia e scene: Franco Zeffirelli; costumi: Leo Bei; interpreti: Elena Obraztsova, Placido Domingo, Juri Mazurok, Isobel Buchanan, Coro e Orchestra della Staatsoper di Vienna, Carlos Kleiber). La prenotazione all’evento è obbligatoria; si può scrivere una mail a ticket@fondazionefrancozeffirelli.com oppure si può telefonare (ore 10-17, dal martedì alla domenica) al numero 055.2658435. Il prezzo d’ingresso è di 10 euro e dà anche la possibilità di assistere gratuitamente alla conferenza-proiezione.

La proiezione integrale di Carmen a Vienna nel 1978

Sempre in occasione del 40° anniversario della prima rappresentazione (Vienna, Staatsoper, 9 dicembre 1978), venerdì 14 dicembre 2018 alle 19.30 nella Sala della musica del complesso monumentale di San Firenze è in programma la proiezione integrale di Carmen di Bizet (durata 3 ore circa, intervallo tra il 2° e 3° atto), preceduta da un’introduzione di Francesco Ermini Polacci. La prenotazione all’evento è obbligatoria; si può scrivere una mail all’indirizzo ticket@fondazionefrancozeffirelli.com oppure si può telefonare (ore 10-17, dal martedì alla domenica) al numero 055.2658435. Il prezzo d’ingresso è di 10 euro e dà diritto anche all’accesso gratuito al Museo Zeffirelli attraverso un voucher valido per i 60 giorni successivi a quello dell’emissione del biglietto.

L’archivio mai visto: i 50 anni di Romeo e Giulietta

Nell’ambito de “L’Archivio mai visto: Romeo e Giulietta”, venerdì 21 dicembre 2018 alle 17.30 si terrà il percorso guidato attraverso i materiali documentari del film Romeo e Giulietta (regia: Franco Zeffirelli; sceneggiatura: Franco Brusati, Masolino d’Amico, Franco Zeffirelli; interpreti: Leonard Whiting, Olivia Hussey; musica: Nino Rota). La prenotazione all’evento è obbligatoria; si può scrivere una mail a ticket@fondazionefrancozeffirelli.com oppure si può telefonare (ore 10-17, dal martedì alla domenica) al numero 055.2658435. Il prezzo d’ingresso è di 10 euro e dà anche la possibilità di assistere gratuitamente alla conferenza-proiezione.

La proiezione di Romeo e Giulietta

Sempre in occasione del 50° anniversario dell’uscita del film nelle sale cinematografiche di tutto il mondo, venerdì 21 dicembre 2018 alle 19.30 nella Sala della musica del complesso monumentale di San Firenze è in programma la proiezione in italiano di Romeo e Giulietta di Franco Zeffirelli (durata 138 minuti, senza intervallo). Introduzione di Caterina d’Amico, studiosa di cinema e consulente della Fondazione Zeffirelli. La prenotazione all’evento è obbligatoria; si può scrivere una mail a ticket@fondazionefrancozeffirelli.com oppure si può telefonare (ore 10-17, dal martedì alla domenica) al numero 055.2658435. Il prezzo d’ingresso è di 10 euro e dà diritto anche all’accesso gratuito al Museo Zeffirelli attraverso un voucher valido per i 60 giorni successivi a quello dell’emissione del biglietto.

Il Concerto per gli auguri di Natale

È previsto per sabato 22 dicembre 2018 alle 19.30, nella Sala della Musica del complesso monumentale di San Firenze, il “Concerto per gli auguri di Natale”, realizzato grazie alla nuova collaborazione con la Scuola di Musica di Fiesole. Ad aprire il programma sarà il rinomato violinista Alberto Bologni, depositario della grande tradizione violinistica europea, che sul suo strumento Santo Serafino (1734) eseguirà la nota Ciaccona dalla Partita n. 2 di Bach. Saranno poi due giovani quartetti d’archi, formati alla Scuola di Fiesole, a proseguire il programma: il Quartetto Sine Tempore propone un omaggio a Puccini nel giorno stesso del suo compleanno, suonando la struggente elegia Crisantemi, mentre il Quartetto Shaborouz si cimenterà nell’elegante freschezza del Quartetto KV 387 di Mozart. Gran finale con i due quartetti uniti sul palcoscenico e diretti dal violista Edoardo Rosadini, per le trascinanti e immortali melodie di Johann Strauss jr. e dei suoi celeberrimi Neue Pizzicato Polka e Lagunen-walzer. Biglietto a 10 euro, con prenotazioni scrivendo una mail a ticket@fondazionefrancozeffirelli.com o telefonando (ore 10-17, dal martedì alla domenica) al numero 055.2658435.

Zeffirelli e Bernstein al Met di New York: Cavalleria rusticana (1970)

L’ultimo appuntamento del 2018 è programmato per venerdì 28 dicembre 2018 alle 18.30 con la conferenza dal titolo “Franco Zeffirelli e Leonard Bernstein al Metropolitan di New York”, organizzata in occasione del 100° anniversario della nascita del compositore e direttore d’orchestra americano. Francesco Ermini Polacci parlerà dell’allestimento dell’opera Cavalleria rusticana realizzato da Zeffirelli e Bernstein per il Met con l’ausilio di alcune immagini delle scene dello spettacolo e alcuni ascolti tratti dall’opera in quella storica versione del 1970. A seguire è in programma la proiezione dello stesso spettacolo, nella versione data al Met nel 1978. La prenotazione all’evento è obbligatoria; si può scrivere una mail all’indirizzo ticket@fondazionefrancozeffirelli.com oppure si può telefonare (ore 10-17, dal martedì alla domenica) al numero 055.2658435 Il prezzo d’ingresso è di 10 euro e dà diritto anche all’accesso gratuito al Museo Zeffirelli attraverso un voucher valido per i 60 giorni successivi a quello dell’emissione del biglietto.

PAVAROTTI, TEBALDI E ZEFFIRELLI:
TRE FONDAZIONI PER UN PROGETTO DIDATTICO
Pavarotti, Tebaldi e Zeffirelli: grazie ai responsabili delle fondazioni intitolate rispettivamente ai tre grandi personaggi del mondo dello spettacolo, è stato annunciato a Firenze il progetto “Arte e cultura Italia” per giovani che vogliono intraprendere un percorso didattico in ambito della lirica.

 

tebaldi
Renata Tebaldi con Franco Zeffirelli

Alla presenza di Nicoletta Mantovani (presidente della Luciano Pavarotti Foundation), di Giovanna Colombo (presidente della Renata Tebaldi Fondazione Museo), di Pippo Zeffirelli (vicepresidente dell’omonima Fondazione) e della vicesindaca del Comune di Firenze Cristina Giachi, a Palazzo San Firenze è stato illustrato il progetto dei corsi di arti dello spettacolo che vedrà l’inedita collaborazione tra le tre fondazioni che ospiteranno, a turno, classi di studenti che ambiscono a intraprendere delle carriere di rilievo nel mondo dello spettacolo. Questa operazione, che si svela dopo un periodo di messa a punto del progetto, si pone l’obiettivo primario di instaurare sin da subito una sinergia tra le tre diverse fondazioni, ognuna delle quali metterà in campo le proprie eccellenze.

pavarotti
Luciano Pavarotti con Franco Zeffirelli

Presso la Luciano Pavarotti Foundation di Casalecchio di Reno si terranno i corsi per giovani voci; la Renata Tebaldi Fondazione Museo (che ha sede a Busseto, in provincia di Parma) invece si occuperà di corsi sul costume teatrale; negli spazi della didattica della Fondazione Franco Zeffirelli, infine, saranno ospitati i corsi di regia di opera lirica; questi saranno tenuti dal regista Marco Gandini, già allievo del Maestro Zeffirelli e suo aiuto regista in ogni opera dell’ultimo ventennio. Gandini ha già insegnato sia al Teatro alla Scala di Milano, sia in Giappone, e con questi nuovi corsi corona il desiderio di poter insegnare anche a Firenze, per portare avanti la tradizione del Maestro nella sua città Natale.

La fase operativa del progetto “Arte e cultura Italia” – con tutti i dettagli sui programmi, le iscrizioni, i tempi e i costi che presto compariranno sui siti web delle tre fondazioni coinvolte – prenderà il via a gennaio 2019, così come è previsto che in futuro si ampli l’offerta formativa del progetto, con nuovi corsi dedicati a ulteriori arti dello spettacolo.

LE MERAVIGLIE DEL MUSEO ZEFFIRELLI:
300 OPERE IN MOSTRA PER UNA CARRIERA

Il Museo del Centro internazionale per le arti dello spettacolo ospita circa 300 opere del Maestro Zeffirelli tra bozzetti di scena, disegni e figurini, costumi di scena, una sala video.

 

Aperto tutti i giorni (escluso il lunedì) dalle 10 alle 18), propone un percorso espositivo – suddiviso cronologicamente in teatro di prosa, opera in musica e cinema, – che illustra per aree tematiche e autori gli sviluppi degli allestimenti teatrali e delle produzioni cinematografiche i quali, corredati dalle foto di scena, esemplificano le tappe principali della parabola artistica di Zeffirelli (che ha abbracciato un periodo di circa 70 anni a cavallo tra il Novecento e gli anni Duemila), compresa anche un’opera mai realizzata, L’inferno, che doveva diventare un film agli inizi degli anni Settanta e avere per protagonista Dustin Hoffman. L’allestimento museale è curato da Pippo Zeffirelli, Caterina d’Amico e Carlo Centolavigna. Per info e prenotazioni si può scrivere a ticket@fondazionefrancozeffirelli.com oppure si può telefonare (ore 10-17, dal martedì alla domenica) al numero 055.2658435..

Natale e Capodanno: i giorni di chiusura

In occasione delle prossime festività natalizie e di fine anno, la Fondazione Franco Zeffirelli, che ha sede nel complesso monumentale di San Firenze, resterà chiusa il 24 e 25 dicembre, il 31 dicembre e il 1°gennaio 2019.

Lascia un commento

+ 27 = 30