pennone del Campanile di Giotto (2)

Chiuso il Campanile di Giotto dal 13 al 17 novembre per controlli al pennone. Operai a oltre 100 metri d’altezza

Firenze, Focus

Da lunedì 13 novembre 2017, con l’ausilio di una gru con un braccio di 135 metri, gli operai dell’Opera di Santa Maria del Fiore si caleranno dall’alto per controllare il pennone del Campanile di Giotto e verificarne lo stato di conservazione e, se necessario, procedere con un restauro. pennone del Campanile di Giotto (1)L’intervento si presenta particolarmente delicato per l’altezza (100 metri) e le condizioni di lavoro. Per compiere quest’attività di manutenzione il Campanile di Giotto rimarrà chiuso al pubblico dal 13 al 17 novembre 2017 compreso. I lavori fanno parte di un progetto di restauro della struttura lignea di copertura del monumento, i cui lavori sono iniziati a marzo 2017.  Il pennone del Campanile di Giotto è di albero di cipresso rosso, alto 14 metri,  proveniente dai boschi della Sieve. Anticamente si trattava di un abete cresciuto nelle Foreste Casentinesi, di cui l’Opera di Santa Maria del Fiore ebbe l’usufrutto dal 1380 al 1838. Il pennone è stato sostituito nei secoli varie volte, l’ultima delle quali nel 2000. Sopra il pennone si trova una croce e una palla dorata, contenente delle reliquie, che come ricorda il diacono della Cattedrale, Alessandro Bicchi, si tratta di “un frammento del Legno della Santa Croce, del bastone di San Giuseppe e di Sant’Anna”. Proseguono quindi i monitoraggi delle facciate dei monumenti della Cattedrale, da lunedì 13 mattina si controlleranno le parti più alte della Cupola del Brunelleschi con l’ausilio di operatori specializzati in lavori edilizi in cordata, che si caleranno dall’alto dell’edificio a partire da un’altezza di 116 metri.

Articoli Correlati

Lascia un commento

+ 28 = 35