Andy_Warhol_by_Jack_Mitchell

Andy Warhol, il padre della pop art, nella rassegna del mese di dicembre alla San Giorgio

Pistoia, Pistoia Capitale 2017

Trent’anni senza Andy Warhol (sopra il titolo nella foto di Jack Mitchell), artista dal talento multiforme, punto di riferimento per altri artisti, attori, registi e musicisti (da David Bowie a Lou Reed, i Rolling Stones). La Biblioteca San Giorgio di Pistoia lo ricorda nella sua rassegna del mese di dicembre 2017 con il consueto approfondimento di libri e film. Maestro e fondatore della pop art americana, Warhol  ha saputo dimostrare che ogni oggetto, ogni materiale può diventare una forma d’arte. Grazie alle sue opere che spaziano dalla pittura alla scultura alla letteratura si è diffusa l’idea di una cultura popolare che fosse in grado di modificare l’assetto della società americana. Warhol e l’America sono infatti legati da un doppio filo: Warhol è l’America nel momento in cui l’America è diventata il mondo. Ciò che poi ha più inciso sull’opera dell’artista non è tanto il folclore yankee che già a partire dagli anni Sessanta comincia a diffondersi una volta usciti da New York, quanto la presa di visione, di coscienza della realtà americana e soprattutto di una nuova generazione di artisti che transita prima sotto il nome di new dada e infine di pop art. Se il movimento artistico new dada possiede una radice storica ricollegandosi al dada degli anni Venti e a una meticolosa attenzione al mondo degli oggetti, la pop art si caratterizza in modo del tutto inedito perché elimina la distanza fra soggetto e oggetto, fra società dei consumi e della comunicazione di massa e coscienza critica di essa, fra modernità e tradizione, annullando la concezione umanistica dell’arte e rovesciando la comune sensibilità estetica. Warhol ha saputo più di ogni altro artista interpretare, dirigere e vivere questo particolare clima in maniera del tutto esemplare.

Ecco il percorso di lettura (cliccando su ogni voce si apre la scheda relativa sul sito della Biblioteca).

Andy Warhol e le immagini

La filosofia di Andy Warhol. Da A e B e viceversa di Andy Warhol, Feltrinelli, 2016

Warhol di Michele Dantini, Giunti, 2016

Andy Warhol. Una storia americana, Gamm Giunti, 2013

Andy Warhol di Arthur C. Danto, Einaudi, 2010

Introduzione a Andy Warhol di Andrea Mecacci, Laterza, 2008

Andy Warhol. La filosofia dell’estetica, Artime 2004

Warhol di Alberto Boatto, Giunti, 1995

Andy Warhol e i suoni

L’idea di Andy Warhol e della pop art in generale era che qualunque artista potesse fare qualsiasi cosa; nessuno voleva così rimanere chiuso in una sola categoria e tutti volevano estendere l’attività verso ogni possibile attività creativa. Il legame di Andy Warhol con il cinema e la musica – in particolare con il gruppo Velvet underground – testimonia questo processo di “combinazione”tra le varie forme artistiche.

Lonesome Cowboys un film di Andy Warhol (DVD 2000)

My hustler ; I a man due film di Andy Warhol (DVD 2005)

Vinyl: The Velvet Underground & Nico un film di Andy Warhol (DVD 2004)

The Nude Restaurant un film di Andy Warhol (DVD 2006)

Ho sparato a Andy Warhol un film di Mary Harron (DVD 2006)

Factory Girl  un film di George Hickenlooper (DVD 2006)

The Velvet Underground & Nico, produced by Andy Warhol (Polygram Records, 1996)

Velvet. I Velvet Underground e la New York di Andy Warhol di Victor Bockris, Gerard Malanga, Giunti, 2005

 

Pop art

Pop art. Una storia a colori di Alastair Sooke, Einaudi, 2016

Pop art di Tilman Osterwold, Taschen, 2007

Articoli Correlati

Lascia un commento

6 + 4 =