museo della bugia 3

Alle Piastre apre il primo museo al mondo dedicato alla bugia

Pistoia, Pistoia Capitale 2017

“Lasciate ogni verità, voi ch’entrate”. E’ questo l’invito che i curatori del primo ed unico museo al mondo dedicato alla bugia, a Le Piastre (Pistoia), rivolgono ai visitatori. Aprirà al pubblico il 5 agosto 2017, primo giorno della 42esima edizione del Campionato italiano della Bugia che, domenica 6, eleggerà il raccontatore più bugiardo d’Italia: un’edizione particolare, arricchita appunto dall’apertura del museo, nell’anno di Pistoia Capitale della Cultura.campionato bugia le piastre

Nel museo ci sono nove sale e 61 i pannelli illustrati con scritte, foto e vignette disposti in oltre duecento i metri quadrati di superficie espositiva. Il percorso inizia con la Bugia nella storia del mondo per tornare bambini, passando attraverso la tradizione locale dei raccontatori fantastici. Ci si può sedere davanti al fuoco ad ascoltare le loro storie, leggere quelle degli scrittori che hanno vinto il titolo assegnato da Sandro Veronesi, vedere i video delle apparizioni della Bugia piastrese nelle trasmissioni televisive nazionali ed internazionali. 
E nel museo c’è una sala dedicata alle storie che sembrano vere, quelle dei più piccoli, alle prese con le loro tenere bugie, da quella della trota affogata, al falco miope, alle cicogne portate dai bambini, alle nuvole pecorelle che mangiano i raggi del sole. “I visitatori – spiega il magnifico rettore dell’Accademia della Bugia, Emanuele Begliomini – troveranno un concentrato della vera arte, piastrese di piegare la realtà per renderla più umana ed interessante. Perché essere bugiardi con stile ed ironia non è facile, ma qui si può imparare ad esserlo e senza secondi fini, ma solo per gioco. Lo facciamo da 50 anni e adesso abbiamo deciso di mostrarlo a tutti”.museo della bugia le piastre 1

Tra gli oggetti in mostra non mancano la Gioconda, il dado che trasse Cesare prima di varcare il Rubicone, l’unico esemplare conosciuto del famosissimo piede di marmo che Modigliani gettò via prima di dedicarsi alle teste, e tanto altro. “Come nei migliori Musei del mondo – aggiunge Tiziano Carradori, responsabile dell’allestimento e autore dei testi – l’ingresso è assolutamente gratuito, sono gradite offerte libere. Intendiamo questo spazio come un corpo vivo, destinato a crescere nel tempo. Presto lo doteremo di audioguide in lingua e stiamo studiando un’inedita forma di gestione. Qui avranno sede la banca mondiale delle Bugie e una sezione didattica, perchè contiamo molto sui giovani visitatori e sulle visite delle scuole”. Al momento il museo resterà aperto tutte le domeniche, per prenotare una visita guidata scrivere alla mail accademiabugia@gmail.com .

Il Campionato della bugia ha anche un sito http://www.labugia.it.

Su Facebook https://www.facebook.com/campionatodellabugia/

Articoli Correlati

Lascia un commento

1 + 6 =