-prove piazza incantata ®Marco Borrelli_27062017_1070

25 anni della Fondazione Cr Firenze. E’ l’ora della “Piazza incantata”, ma causa maltempo il concerto (con 500 musicisti) sarà al Mandela Forum

Firenze, Focus

E’ già sold out l’evento clou delle celebrazioni per i 25 anni della Fondazione CR Firenze, il grande concerto ‘La piazza incantata’ che si svolgerà il 12 settembre 2017. Ma – è stato reso noto stamani 11 settembre 2017 – la location è stata trasferita da piazza Santa Croce al MANDELA FORUM a causa del maltempo. Resta invariata la data, MARTEDÌ 12 SETTEMBRE ALLE ORE 21. Il concerto è promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze per ricordare i suoi 25 anni di storia e previsto in Piazza Santa Croce. Da tempo sono esauriti i quasi 6.000 posti disponibili a conferma della grande partecipazione dei fiorentini a questo momento che la Fondazione offre alla città. La manifestazione ha il patrocinio ed è copromossa dal Comune di Firenze e si svolge in collaborazione col Quartiere Uno, Unicoop Firenze, Banca Cr Firenze, Fondazione Meyer. Porteranno il loro saluto il Presidente della Fondazione Umberto Tombari e il sindaco di Firenze Dario Nardella.

Rimangono tutti validi i biglietti di ingresso, anche se la loro numerazione non potrà essere rispettata. Per questo motivo i posti saranno attribuiti in ordine di arrivo e l’ingresso al Mandela Forum sarà possibile a partire dalle ore 19.30 con ingresso in sala a partire dalle ore 20.15. Chi non è riuscito a prenotarsi può recarsi alla biglietteria del Mandela Forum martedì 12 settembre (con orario 11-13 e dalle 15 fino all’inizio dello spettacolo) dove saranno disponibili ulteriori biglietti fino ad esaurimento dei posti disponibili. L’ingresso del Mandela Forum in Piazza Berlinguer è dotato di un ampio parcheggio. (www.fondazionecrfirenze.it)

‘’Per festeggiare i nostri 25 anni di attività – spiega il presidente Tombari – abbiamo progettato un programma di eventi che privilegiasse i giovani e le famiglie e mettesse al centro coloro che hanno beneficiato del nostro sostegno e che hanno contribuito a realizzare assieme a noi tanti progetti nei vari settori nei quali interveniamo: dall’arte alla ricerca, dalla formazione all’ambiente, dallo sviluppo alla solidarietà. Abbiamo anche desiderato offrire questa festa a tutta la città perché ci sentiamo profondamente inseriti nella comunità. Crediamo che la musica costituisca, più di tante parole, una grande occasione di coesione sociale in cui ciascuno si sente parte fondamentale nel processo di costruzione della bellezza, di valorizzazione dello spirito di gruppo, di conoscenza, di professionalità. Abbiamo anche pensato a questo luogo perché, da sempre, la piazza è centro vitale della città, palcoscenico dell’identità e del senso di appartenenza di una comunità, luogo che permette la manifestazione quotidiana della collettività. Mi piace inoltre sottolineare che tre quarti dei musicisti è composto da giovani e che è uno spettacolo ancora più ricco artisticamente rispetto a quello che avevamo organizzato in precedenza: si esibiscono infatti anche l’ Orchestra Giovanile Italiana, l’ Orchestra della Toscana, l’Accademia e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino. Non era mai accaduto fino ad ora che si esibissero assieme così tante istituzioni musicali del territorio’’.

Lella Costa 2
Lella Costa

Tutti i corpi orchestrali e i cori accompagnati da oltre 50 tra direttori d’ orchestra e coro, maestri, assistenti, direttori di scena e accompagnatori, hanno voluto offrire questo concerto alla Fondazione a titolo totalmente gratuito. Un grande sforzo, una sfida importante che vede tanti giovani allievi assieme a professionisti suonare per la prima volta insieme. Infatti quasi 500 musicisti delle più importanti istituzioni musicali fiorentine saranno insieme per la prima volta, impegnati in un programma vario ed entusiasmante che coinvolgerà il Coro delle voci bianche e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino con i solisti dell’Accademia del Maggio, l’Orchestra del Conservatorio Cherubini di Firenze, l’Orchestra dei Ragazzi della Scuola di Musica di Fiesole, l’Orchestra Giovanile Italiana e l’Orchestra della Toscana. A fare gli onori di casa la verve di una gran signora della scena come Lella Costa e la spigliata e onnivora passione musicale del regista Francesco Micheli che presenteranno assieme gli interpreti e le musiche di Liszt, Gershwin, Beethoven, Tchaikovsky, Moore, Naplan, Verdi. Giovanissimi cantori per l’apertura: Lorenzo Fratini dirige il Coro delle Voci bianche del Maggio Musicale Fiorentino, in un trittico festoso. Il visionario poema sinfonico Les Preludes di Franz Liszt impegna l’Orchestra del Conservatorio Luigi Cherubini, sotto la bacchetta di Paolo Ponziano Ciardi. La Scuola di Musica di Fiesole schiera l’Orchestra dei Ragazzi guidata da Edoardo Rosadini nella beethoveniana Ouverture da Egmont e poi in una rapida incursione nel musical, con Strike up the band di George Gershwin. L’incanto della piazza riunisce per la prima volta i ragazzi fiesolani ai giovani musicisti del Conservatorio nel nome di Beethoven, con la Sinfonia dal Nabucco di Verdi -ancora con Edoardo Rosadini- e nella fantasmagorica Ouverture 1812 di Čajkovskij, diretta da Paolo Ponziano Ciardi. La conclusione del concerto è affidata alla bacchetta di Daniele Giorgi, che riunisce l’Orchestra Giovanile Italiana, l’Orchestra della Toscana, il Coro del Maggio ed i solisti dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino nell’esecuzione del grandioso finale della Nona Sinfonia di Beethoven.

Come in ogni compleanno, non mancano i regali. La Fondazione CR Firenze mette infatti a disposizione 100 biglietti gratuiti per altrettanti fortunati spettatori per visitare la prossima mostra di Palazzo Strozzi o per assistere ad alcuni degli spettacoli previsti dalla programmazione autunnale dell’ Opera di Firenze. A causa del grande afflusso di pubblico si prevede che non sarà possibile parcheggiare in prossimità di piazza Santa Croce. E’ dunque consigliabile raggiungere l’ingresso del concerto entro e non oltre le ore 20.30 perché, a spettacolo iniziato, i posti non occupati verranno ridistribuiti.

Articoli Correlati

Lascia un commento